Skin ADV

Sei borse di studio per lo sviluppo della Val di Non

ven 17 apr 2020 14:04 • By: Alberto Mosca

L'iniziativa della Fondazione Cassa Rurale Val di Non per promuovere studi sull'economia del futuro.

Dino Magnani, presidente della Fondazione Cassa Rurale Val di Non

Le prospettive future dell'economia in Val di Non. Con questo slogan la Fondazione Cassa Rurale Val di Non promuove una nuova iniziativa, che ha come scopo quello di offrire 6 borse di studio del valore di 2.500 euro ciascuna ad altrettanti giovani di Valle impegnati nella realizzazione di una tesi di laurea magistrale che approfondisca la tematica dello sviluppo futuro dell'Anaunia. 

Un tema che la Fondazione ha sviluppato nell'autunno scorso con un convegno e una pubblicazione dedicata a storia e prospettive dell'economia nonesa.

Dall'analisi del passato, all'approfondimento di azioni presenti, alle ipotesi sul futuro. Lavori e progetti che potranno poi essere presi in considerazione da giovani imprenditori e magari stimolare iniziative di "start-up" innovative.

Living Immobiliare

 

"In questo momento storico nel quale le paure paventate in alcuni film di fantascienza si sono fatte purtroppo realtà, credo sia importante e significativo il poter sperare nella progettazione di un nuovo futuro", afferma Dino Magnani, Presidente della Fondazione.

"Un futuro che possa coniugare economia con benessere sociale, progresso umano e sviluppo sostenibile. Sapersi relazionare con tolleranza ed aiutarci, cooperando". 

Il bando è aperto ai residenti in Val di Non (esteso ai fuori residenti esclusivamente nel caso rimanessero borse di studio non assegnate) che nell'anno accademico 2019-2020 siano almeno iscritti al secondo anno di una qualsiasi laurea magistrale e intendano laurearsi entro il 30 giugno 2021.

Studenti, perciò, che stiano redigendo o abbiano intenzione di redigere la tesi di laurea su un tema potenzialmente in grado di contribuire alla miglior comprensione del sistema economico della Valle, delle sue caratteristiche e potenzialità, oppure che proponga idee o sviluppi che possano contribuire al potenziamento dell'economia locale.

La domanda di partecipazione dovrà essere inviata solo in formato elettronico entro il 31 agosto 2020 all'indirizzo fondazione@crvaldinon.it.

 



Riproduzione riservata ©

indietro