Skin ADV

Un fiume di firme per salvare il Noce

ven 27 ago 2021 10:08 • By: L.S.

Sono quasi 26 mila le persone che hanno sottoscritto la petizione del Comitato permanente per la difesa delle acque del Trentino

VALLI DEL NOCE. Il torrente Noce va tutelato e protetto da nuovi progetti di sfruttamento delle acque sia a scopo idroelettrico e che irriguo. È il risultato eclatante e indiscutibile della petizione lanciata dal Comitato permanente per la difesa delle acque del Trentino e diretta al Consiglio della Provincia Autonoma di Trento. Un fiume di firme, quasi 26 mila, sono approdate infatti sulla piattaforma di Change.org che ospita la sottoscrizione.

Living Immobiliare

La raccolta firme è stata avviata mercoledì 4 agosto anche in risposta alla sentenza del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche che ha deciso di accogliere il ricorso della Società Studio Tre srl contro il diniego da parte della Provincia al rilascio della concessione a derivare acqua a scopo idroelettrico e dopo le notizie sul progetto di realizzazione di un mega tubo irriguo promosso dal Consorzio di miglioramento fondiario di secondo grado della Val di Non.

Con la sottoscrizione il Comitato, quindi, intende chiedere al Consiglio provinciale di intervenire “con una legge per fermare nuovi e insostenibili prelievi idrici a scopo idroelettrico e irriguo nel bacino del Noce, in Val di Sole, ed evitare l’ulteriore sfruttamento dell’acqua, bene comune, da parte di soggetti privati in tutto il Trentino”.

 



Riproduzione riservata ©

indietro