Skin ADV

In Val di Sole torna l'asta dei formaggi di malga

mar 31 ago 2021 11:08 • Dalla redazione

È il primo appuntamento della rassegna dedicata all'arte casearia Cheese FestiVal di Sole

MALÉ. L’appuntamento si ripete ormai da qualche anno e non c’è edizione che non riscuota grande successo e aspettative tra i grandi chef d’Italia: potersi aggiudicare alcune delle eccellenze casearie prodotte in alta quota, realizzate grazie al prezioso lavoro di casari e maestri affinatori. La suggestiva asta dei formaggi di malga della Val di Sole si svolgerà quest’anno alle 17 del 5 settembre nel Cinema Teatro di Malé (all'evento potranno accedere 80 persone, previa prenotazione). “Non è certamente un caso che un'asta così particolare si sia affermata come evento di punta del nostro Cheese FestiVal di Sole” commenta Luciano Rizzi, presidente APT Val di Sole.

Assoluti protagonisti dell'appuntamento saranno infatti formaggi stagionati tra 1 e 7 anni, prodotti nelle malghe da latte della Val di Sole e di altre vallate del Trentino. Veri e propri fiori all’occhiello della tradizione gastronomica montana. Tutti i formaggi “in gara” sono portati a stagionatura dall’affinatore, la speciale figura professionale competente a rendere il prodotto di qualità superiore e gusto esclusivo attraverso la maturazione. “Un’autentica arte – prosegue Rizzi - che richiede una profonda conoscenza del formaggio, dei suoi sapori peculiari, delle sue caratteristiche organolettiche e dei suoi comportamenti nelle diverse condizioni di temperatura e di umidità”.

Le caratteristiche del latte dipendono dalla specie, dalla razza, dal tipo di alimentazione dell’animale. A parità di questi aspetti poi, ogni ambiente arricchisce il latte con una popolazione microbica specifica ed inoltre determina la flora presente sui prati e sui pascoli. Questi due fattori sono fondamentali nella formazione degli odori e dei sapori del latte.

Libro Pellizzano

Non è quindi un caso se i migliori chef d’Italia ricercano con cura questi formaggi per offrire ai propri clienti prodotti di qualità superiore. Nelle edizioni passate, all'evento hanno preso parte Massimo Bottura, Alfio Ghezzi, Antonia Klugmann e Philippe Léveillé, Ernst Knam, Isabella Potì.

L’asta dei formaggi di malga sancirà di fatto l’avvio ufficiale dell’edizione 2021 del Cheese FestiVal di Sole che andrà avanti fino al 10 ottobre prossimo. Una grande festa di sapori, in cui si potranno incrociare storie di uomini, donne e animali che da millenni vivono insieme in montagna e si fanno portatori della cultura dell’alpeggio, con i suoi profumi di erba, latte, burro e formaggi. “Una tradizione lunga e straordinariamente moderna - prosegue Rizzi - perché capace di insegnare un modo di vivere in simbiosi con la natura, rispettandola e riducendo al minimo i nostri impatti ambientali su di essa”.

All’interno del Cheese FestiVal di Sole convivono 7 eventi che animeranno tutti i weekend fino a metà ottobre. Tutti sono ovviamente accomunati dalla passione per i prodotti caseari montani.

Si inizia nel weekend del 4-5 settembre con “Non solo Casolét”, la festa che, nella splendida cornice di Malé, celebra il famoso cacio solandro, inserito fra i presidi Slow Food. Il fine settimana successivo (11-12 settembre) a Ossana si terrà la Fera dei Sèt, il primo appuntamento con le mostre del bestiame. Un momento simbolico per le genti di montagna nel quale gli animali che abbandonano le malghe alla fine dell’estate vengono esposti e tra gli allevatori e i casari scatta la corsa all’acquisto dei capi migliori. Un momento immancabile per chi vuole scoprire il lato più autentico della vita montana.

Il 18-19 settembre, in Val di Pejo, si terrà poi la “Festa dell’Agricoltura”. In programma, escursioni nel Parco nazionale dello Stelvio, colazioni e aperitivi con prodotti del territorio e degustazioni dei tipici sapori di montagna. Una manifestazione in cui tutto il mondo rurale è coinvolto, presentando al pubblico le proprie attività: la tosatura delle pecore, la mungitura delle capre e la festa per il rientro del bestiame dai pascoli. Momento imperdibile, la Desmalgada di domenica 19: le mucche dalle malghe in quota torneranno in paese, “agghindate” con campanacci e fiori, accompagnate dalla banda e dai costumi tradizionali.

L’ultimo weekend di settembre (sabato 25 e domenica 26) l’incantevole Val di Rabbi ospiterà poi “Latte in Festa, il festival del buon latte trentino”. L’oro bianco delle alpi farà da filo conduttore per riscoprire un mondo contadino di altri tempi, naturale e gustoso attraverso esperienze gastronomiche di alto livello ed escursioni guidate nelle malghe del territorio.

A partire da domenica 26 settembre e per i due weekend successivi (2-3 e 9-10 ottobre), sarà la volta di “Sinfonie d’Autunno”, armoniose melodie tra musica e gastronomia: gruppi musicali jazz e cori di montagna condurranno gli ospiti in concerti mozzafiato, ospitati in alcuni dei panorami più affascinanti del Trentino. E dopo la musica, sarà la volta di sfiziosi aperitivi e pranzi gustosi a base di prodotti locali.

Per tutta la durata del Cheese FestiVal di Sole, poi, nei migliori ristoranti e baite solandre si terranno gli “Incontri gourmet con il Casolét”, nei quali il prodotto simbolo dell’eccellenza casearia della Val di Sole sarà usato dai maestri della cucina per creare un connubio di profumi e sapori sopraffini. Occasioni da non perdere per provare emozioni con piccoli capolavori culinari.



Riproduzione riservata ©

indietro