Skin ADV

Da lunedì limitate aperture

sab 25 apr 2020 19:04 • By: Alberto Mosca

Il numero dei deceduti arrivato a quota 400. L'ospedale di Cles oggi è "Covid free". Fugatti: “Dobbiamo avere la stessa voglia di ricostruire viva dopo il 25 aprile 1945”

Oggi il presidente Fugatti ha firmato un’ordinanza che avrà vigore da lunedì: in essa vengono consentite ai privati la coltivazione agricola di autoconsumo (l’orto) anche al di fuori del comune di residenza, ma per una sola persona e una sola volta al giorno. 

Si può accedere agli esercizi florovivaistici ma nel proprio comune o in caso di assenza e per comprovata l’esigenza, nel comune più vicino, con la mascherina. 

I genitori con i figli minori potranno camminare nei dintorni di casa, ma con la distanza di un metro da ogni altra persona. 

Si potrà poi fare la spesa nel tragitto casa-lavoro

Le piste ciclabili sono aperte per lo spostamento da casa al luogo di lavoro. 

Anche al mercato all’aperto dovrà essere utilizzata la mascherina, come in tutti gli uffici della Pubblica Amministrazione

Si potranno effettuare spostamenti nei dintorni di casa a favore di persone inabili. 

Obbligatorio l’uso della mascherina in luoghi pubblici e aperti al pubblico in caso di contatto con persone.

Poi, da mercoledì 29 aprile sarà consentita la vendita di cibo d’asporto, previa ordinazione, con ingressi per appuntamento, un cliente alla volta, con l’obbligo di DPI per i fornitori del servizio e di mascherina per gli avventori. 

Per il resto, si dovrà attendere il 4 maggio.

Living Immobiliare

Da oggi, ha detto il direttore di Apss Paolo Bordon, l'ospedale "Valli del Noce" è "Covid free".

I contagi sono 58 in più rispetto a ieri, di cui 20 in Rsa: il totale è di 4471 malati (ieri si era registrato un +45). Tra essi, vi sono 4 minorenni, al domicilio.

Il conto di oggi segna 11 deceduti, di cui 9 in Rsa. Sono ora 400 le vittime di Covid-19 in Trentino.

Dei 58 casi in più rispetto a ieri, 55 sono con tampone. Sono stati 1365 i tamponi effettuati (rapporto tamponi-contagi al 4%). Sono 27 (-1) i malati ricoverati in reparti di terapia intensiva. 

Dei malati, 704 (+17) sono in Rsa, 41 nelle case di cura, 19 nelle strutture intermedie, 1384 (-81) a domicilio, 202 (-22) in ospedale. I dimessi/guariti sono 1694 (+134).

In Val di Sole nessun caso in più.

In Val di Non 2 casi in più a Cles e a Borgo d’Anaunia.

I numeri delle valli: il primo numero indica il totale dei positivi, il secondo i guariti, il terzo i dimessi e il quarto i deceduti al 25/04/2020. Il numero dei guariti è compreso in quello dei dimessi. La verifica è fatta sui dati ufficiali forniti da Apss, che per la difficoltà dei conteggi sono soggetti a cambiamenti, anche per i differenti parametri di conto via via adottati e l’assegnazione delle residenze.

I conteggi aggiornati a oggi portano quindi ad un totale di 187 casi in Val di Sole, di cui 144 tra guariti e dimessi e 18 deceduti; e di un totale di 208 casi in Val di Non, di cui 147 tra guariti e dimessi e 6 deceduti. 

 

Val di Sole 187/66/78/18

Vermiglio 57/30/34/3

Pellizzano 56/5/6/12

Peio 17/6/6/3

Malé 12/7/8/0

Commezzadura 12/6/7/0

Mezzana 9/6/6/0

Caldes 5/1/2/0

Terzolas 4/1/2/0

Croviana 4/2/3/0

Dimaro Folgarida 4/1/2/0

Ossana 5/1/2/0

Rabbi 2/0/0/0

 

Val di Non 208/60/87/6

Cles 68/14/22/3

Borgo d’Anaunia 32/2/3/2

Predaia 21/12/15/1

Novella 19/7/12/0

Ville d’Anaunia 12/6/9/0

Campodenno 10/2/3/0

Sanzeno 6/4/5/0

Ton 6/3/3/0

Cavareno 4/1/3/0

Cis 4/3/3/0

Livo 5/2/2/0

Romeno 5/0/1/0

Ruffré-Mendola 3/1/1/0

Sfruz 3/1/3/0

Contà 3/1/1/0

Denno 2/0/0/0

Bresimo 1/1/1/0

Sarnonico 1/0/0/0

Sporminore 1/0/0/0

Dambel 1/0/0/0

Amblar-Don 1/0/0/0




Riproduzione riservata ©

indietro