Skin ADV

(VIDEO) Nicola Zanon, eroe nazionale di Thailandia

sab 19 feb 2022 14:02 • By: Lorena Stablum

Giornali, televisioni e gigantografie: lo sciatore della Val di Rabbi ha conquistato tutti

BANGKOK. È sci mania. È soprattutto Nicola Zanon mania. È qualcosa che ha dell’incredibile quello che sta succedendo in Thailandia dove il nostro sciatore della Val di Rabbi, che ai Giochi Olimpici di Pechino 2022 ha vestito la maglia del paese del sud est asiatico, è diventato una vera e propria celebrità, quanto - e forse di più - lo sono i calciatori qui da noi, in Italia. Anzi, a giudicare dall’entusiasmo che ha saputo catalizzare intorno a sé si può dire che è diventato una sorta di eroe nazionale. 

Dopo le prove olimpiche dell’atleta in slalom gigante e speciale, la capitale Bangkok, città di oltre 8 milioni di abitanti, è stata letteralmente tappezzata di manifesti giganteschi in cui campeggiano la foto di Nicola Zanon, sorridente e in tenuta sportiva, e una scritta che, tradotta in italiano, suona così: “Grazie Nicola dei tuoi sacrifici per il sorriso del popolo thailandese”.

Living Immobiliare

Ad ogni angolo della strada, sugli alti grattacieli della città, in mezzo alle zone più trafficate e a quelle meno, l’immagine di Nicola ricorda ai thailandesi la grande impresa fatta dal nostro connazionale. Ma non solo. Anche le televisioni nazionali parlano in continuazione del "fenomeno Nicola Zanon" e delle Olimpiadi dedicando a questo tema diversi servizi giornalistici di parecchi minuti (di seguito riportiamo l'estratto di un servizio andato in onda su TSports Thailand).

Così come il nostro rabbiese si è conquistato le prime pagine di importanti testate giornalistiche nazionali che stanno versando fiumi di parole sulla sua storia. Insomma, una grande attenzione che dà il segno del forte interesse che sta crescendo nel paese del medio oriente intorno agli sport invernali. “Negli ultimi 8 anni in Thailandia è cresciuto molto l'interesse per lo sci” ci diceva Nicola Zanon all’inizio di questa avventura olimpica.

“Mi sembra di vivere un sogno – ci dice l'atleta che raggiungiamo grazie a un’applicazione di messaggistica istantanea -. È stato importantissimo finire entrambe le gare. La Federazione e il Comitato olimpico avevano bisogno di questo risultato. Sono veramente felice di aver reso orgoglioso il popolo thailandese che si sta ulteriormente avvicinando agli sport invernali!”



Riproduzione riservata ©

indietro