Skin ADV

Uno skywalk per il lago

gio 24 mar 2022 13:03 • Dalla redazione

Firmato l’accordo per la valorizzazione della diga di s. Giustina: il progetto di riqualificazione prevede anche una spettacolare passerella girevole

La passerella girevole sul lago

VILLE D’ANAUNIA. L’Accordo prevede la realizzazione di una spettacolare passerella girevole sul coronamento della diga denominata “Skywalk”, oltre alla demolizione degli edifici esistenti di proprietà della Comunità della Val di Non, la sistemazione della relativa area attraverso la realizzazione di un parcheggio, dei servizi igienici, di un collegamento ciclopedonale e della rete fognaria a servizio delle strutture pubbliche e private presenti nell’area stessa, nonché nella creazione di un sottopasso (o sovrappasso) di collegamento tra le due aree di intervento. Un secondo lotto di interventi consiste nella demolizione di un edificio esistente di proprietà della Società Dolomiti Edison Energy, nella costruzione di un edificio polifunzionale a fini turistici, nella sistemazione dell’area con la realizzazione di un parcheggio e del tratto ciclabile che porta al collegamento tra le sponde est ed ovest del torrente Noce.

Living Immobiliare

 

L’accordo è stato firmato dal commissario della Comunità della Val di Non Silvano Dominici, il presidente di Dolomiti Edison Energy Roberto Barbieri, il presidente dell’ApT Val di Non Lorenzo Paoli, il presidente del Consorzio Bim dell’Adige Michele Bontempelli e il sindaco del Comune di Ville d’Anaunia Samuel Valentini

La Comunità svolgerà una funzione di regia ed impulso oltre a coordinare la realizzazione del primo lotto, con esclusione della realizzazione dello “Skywalk”, che sarà completamente a carico della Dolomiti Edison.  

“Dopo decenni di confronti, discussioni, progetti – ha detto il Commissario della Comunità della Val di Non Silvano Dominici - oggi, finalmente, la Val di Non mette la propria firma sulla volontà concreta di sviluppare dal punto di vista turistico la diga di S Giustina. L’apporto di tanti partner che hanno lavorato per portare avanti un’idea nuova di sviluppo della Valle è il miglior modo per partire in questo percorso che si presenta ancora lungo e pieno di insidie. Nei prossimi mesi metteremo in campo tutte le nostre forze per dare forma a questo progetto che, a fianco dello sviluppo delle piste ciclabili e dell’area delle Plaze, rilancia la Val di Non in una dimensione turistica di primordine”. 

Per la realizzazione degli interventi contemplati dal primo lotto (con esclusione dello “Skywalk”) la Comunità di Valle utilizzerà le risorse finanziarie del Fondo Strategico Territoriale della Val di Non (con fondi provinciali e comunali) quantificate in un importo pari a 2.690.522,52 euro.  



Riproduzione riservata ©

indietro