Skin ADV

Pelosi sempre più coccolati

dom 22 mag 2022 12:05 • Dalla redazione

Il rapporto Assalco Zoomark mostra un settore in costante crescita. Per cani e gatti gli italiani spendono quasi 2.600 milioni di euro

Gatti, cani e compagnia: sempre più importanti nelle famiglie italiane

ROMA. Sempre più membri della famiglia: sono i cani e i gatti degli italiani, più curati e coccolati rispetto al passato. Il 96% degli italiani va in questa direzione, mentre l’85% li considera pari a un familiare, con completo accesso a tutte le zone di casa e una partecipazione a ogni aspetto della vita domestica. Questi sono i dati emersi dall’indagine Bva-Doxa per il XV Rapporto Assalco-Zoomark: la fotografia del pet care in Italia.

Nel corso del 2021 il solo comparto dell’alimentazione per cani e gatti ha generato, nei diversi canali di vendita, un valore di 2.533 milioni di euro, con un incremento complessivo del fatturato dell’8,4% e dei volumi del 5,9%. Un trend in costante crescita confermato anche nei due anni della pandemia.

valli del noce

 Anzi, la riscoperta del tempo domestico ha favorito l’ingresso nelle case italiane di nuovi amici pelosi (+9%). Inoltre, si considerano di più le esigenze di compagnia e di cura degli animali, scegliendo migliori prodotti alimentare, d’igiene e svago, oltre a passarci del tempo attivo insieme. È aumentata la consapevolezza della qualità del tempo passato con gli animali domestici. Il 73% delle persone interpellate nel sondaggio Doxa nell’ultimo quindicennio ha smesso di dare a cani e gatti gli avanzi della tavola, pratica d’altri tempi oggi fortemente sconsigliata dagli stessi veterinari.

Infine, alcuni numeri: gli animali domestici presenti nelle case italiane hanno raggiunto nel 2021 quota 64,7 milioni, di cui 30 milioni di pesci, 13 milioni di volatili, 10 milioni di gatti, 8,7 milioni di cani e poco più di 3 milioni tra piccoli mammiferi e rettili.

Cani e gatti raccolgono il grosso dei volumi di mercato, rispettivamente il 46,3% e il 53,7% del comparto cibo. In crescita sono anche i prodotti per l’igiene, i giochi e gli accessori che hanno fatto registrare un giro d’affari di oltre 77 milioni di euro con una crescita del 5,8% rispetto all’anno precedente. L’80% degli intervistati ha dichiarato di acquistare regolarmente questi prodotti mentre il 69% ammette di concedere saltuariamente dei regali ai propri amici in forma di snack, giochi o capi di abbigliamento.



Riproduzione riservata ©

indietro