Skin ADV

Mezzana piange Bardhosh Dajko

gio 18 giu 2020 10:06 • By: Alberto Mosca

Il sindaco Giacomo Redolfi: "Un uomo benvoluto, un grande esempio di integrazione. Ma sugli elettrodotti in Val di Sole occorre fare qualcosa"

La comunità di Mezzana si è svegliata oggi incredula e sgomenta. La notizia della tragica scomparsa di Bardhosh Dajko, 52 anni, fulminato e ucciso da una scarica elettrica dovuta al contatto della canna da pesca con la linea elettrica soprastante, ha colpito la comunità in cui da anni viveva e lavorava con la moglie e le tre figlie.

Bardhosh Dajko, gestore della pizzeria Il Sole di Mezzana era, spiega il sindaco del comune solandro, Giacomo Redolfi, “un grande esempio di integrazione, in paese ben voluto e stimato. Un grande lavoratore, serio e gentile, onesto e sensibile. Posso dire che la nostra comunità è sgomenta, toccata dalla tragedia che ha colpito una famiglia che si è fatta volere bene.

Living Immobiliare

Daremo loro tutto il supporto possibile”.

Il sindaco Redolfi non ci sta e prende posizione sulla questione degli elettrodotti in Val di Sole: “Abbiamo visto come siano pericolosi per la pesca: questi elettrodotti vanno a incidere sulla vivibilità del territorio, tanto da essere pericolosi. Ma soprattutto, portano dei vincoli di cui la popolazione spesso non conosce i termini: abbiamo vincoli e oneri sul nostro territorio a titolo gratuito, per concessioni fatte in tempi storici a Enel e mai aggiornate, nemmeno dopo la sua evoluzione come azienda privata. Si fanno lavori, abbattimenti di piante senza ristorare nulla, usufruendo di servitù storiche che vanno ritrattate. Serviva una tragedia – conclude Redolfi – per capire che è ora di ragionare su questi vincoli sul nostro territorio?”

Ancora, il già presidente dei pescatori solandri, Alberto Zanella, ha commentato su Facebook: “È successo quello che mai sarebbe dovuto accadere. Un pescatore della Val di Sole è morto folgorato sotto una linea elettrica in alta tensione sul torrente Vermigliana. Già da tempo come Federazione Pescatori si era chiesto ufficialmente di far tabellare gli attraversamenti di linee elettriche vicino ai corsi d'acqua, per prevenire possibili incidenti. Oggi (ieri per chi legge, ndr) purtroppo è morta una brava persona”. 



Riproduzione riservata ©

indietro