Skin ADV

Riforma delle Comunità di Valle: settimana prossima in aula

mar 21 giu 2022 12:06 • Dalla redazione

Sarà il tema forte della tornata del 28-30 giugno. Il 6 luglio tocca all'assestamento di bilancio

TRENTO. Approderà in aula la prossima settimana la riforma delle Comunità di Valle: l’ha deciso stamane la Conferenza dei capigruppo riunita a Palazzo Trentini dal presidente Walter KaswalderLa tornata consiliare del 28-29-30 giugno avrà quindi come tema forte la riforma delle Comunità di valle. Il relativo ddl 145/XVI verrà affrontato senza tempi contingentati dopo quattro punti: sostituzione di Claudio Cia in Prima Commissione consiliare; question time; elezione del vicepresidente del Consiglio; modificazione del regolamento interno consiliare. Quest’ultimo punto consentirà di disciplinare la partecipazione da remoto ai lavori di Commissione, che sarà sempre consentita per i consiglieri provinciali non componenti della Commissione, per i membri di Giunta provinciale e relativo personale di supporto.

Living Immobiliare

I commissari potranno partecipare da remoto in presenza di particolari cause giustificative, ma solo nelle sedute in cui non sono previste votazioni e qualora la riunione venga appunto convocata in modalità mista. Prevedibilmente, i lavori d’aula di fine giugno non andranno oltre, ma all’ordine del giorno resta la lunga serie di d.d.l. già discussi e votati nelle Commissioni consiliari. Per quanto riguarda l’assestamento del bilancio preventivo 2022 del Consiglio provinciale, Kaswalder ha spiegato che il documento verrà discusso e votato in aula il 6 luglio prossimo. Si tratta di destinare l’avanzo libero di amministrazione residuato dal 2021, pari a 2.499.425 euro. Si decide che 700 mila euro andranno a coprire il fabbisogno dell’ente, mentre 1 milione e 800 mila euro torneranno alle casse Pat, da assegnare alle famiglie più esposte alla crisi economico-sociale in atto. L’assestamento di bilancio interviene poi su diversi capitoli di spesa dell’ente consiliare. Si risparmieranno 85 mila euro grazie al congelamento dei rimborsi spesa ai consiglieri per le trasferte. S’impiegheranno 60 mila euro in più per aggiornamento tecnologico degli uffici. Il presidente ha nuovamente assicurato ai capigruppo che si sta facendo tutto il possibile per sbloccare le assunzioni di personale necessario a coprire le recenti uscite per pensionamento.



Riproduzione riservata ©

indietro