Skin ADV

Un Bosco di Larici di cultura e socialità

gio 30 giu 2022 14:06 • Dalla redazione

A Ronzone nasce una nuova associazione. Presidente Monica Franch

RONZONE. Una nuova associazione culturale e ricreativa è nata a Ronzone. “Bosco dei larici” prende il nome dalle conifere centenarie che adornano il Monte Arsen, alle spalle del paese di Ronzone e ne caratterizzano l’habitat naturale, nata da un gruppetto di amici che in via informale e spontanea già da tempo hanno organizzato piccoli eventi con un discreto successo.

Bosco dei larici ha lo scopo di partecipare con contributi di carattere culturale e con manifestazioni ricreative alla vita della comunità, fornendo servizi per il paese e per gli ospiti, in favore di un dialogo che possa creare un terreno fertile di incontri e di idee, volti alla pace e alla convivenza, è apolitico e apartitico. Opera nel rispetto della natura, in particolare della flora e della fauna locali, senza scopo di lucro. L’associazione – si legge in un comunicato - desidera contribuire alla crescita culturale, artistica e civile dei fruitori ed alla sempre più ampia diffusione della solidarietà nei rapporti umani; intende organizzare eventi, laboratori, mercatini, conferenze, pubblicazione libri, workshop, corsi, degustazioni, concorsi, convegni culturali, concertini, momenti ricreativi ed altri; intende sottoporre proposte e collaborazioni al Comune di riferimento ed altri enti oltre ad altre associazioni operanti sul territorio; desidera favorire i contatti fra i soci allo scopo di attuare le iniziative programmate e incentivare i rapporti sociali.

valli del noce

L’associazione promuove: 

  • il recupero, la coltivazione e l’allevamento, la conservazione, la conoscenza, la diffusione di varietà, soprattutto tradizionali, d’interesse agricolo e zootecnico; 
  • il recupero produttivo, non invasivo e la salvaguardia del territorio; 
  • le culture locali con l’artigianato manuale, la cucina tradizionale, la conoscenza del territorio e delle sue comunità; 
  • i saperi popolari, le pratiche locali, gli usi tramandati, le innovazioni introdotte con il rispetto dei tempi della natura e le consuetudini condivise. 

Bosco dei larici intende inoltre proporre mostre d’arte, fotografia, fumettistica, artigianato e collezionismo, non appena le condizioni logistiche lo permetteranno, così come momenti socializzanti fra i soci.

Il primo consiglio direttivo è composto dalla presidente Monica Franch, dalla vicepresidente Francesca Venco Pedranz, dal segretario Mauro Frigato e dai consiglieri Sergio Abram e Valter Carpentari. Soci fondatori sono inoltre Giuliano Boscolo, Renate Giuliani, Germana Pedrotti.

Già è pronto un ricco calendario di iniziative, con partenza il prossimo 9 luglio alle 21 per l’apertura del Giardino delle Rose, con musica e intrattenimento.

Per info: boscodeilarici@libero.it



Riproduzione riservata ©

indietro