Skin ADV

Da Campiglio a Castrin: due tappe in Trentino per il Giro 2020

ven 31 lug 2020 • By: Alberto Mosca

Nelle valli del Noce si correrà il tappone alpino, con l'inedita scalata a Passo Castrin (1704 m)

3497 km su e giù per la penisola. L’edizione 2020 del Giro d’Italia, con il via previsto il 3 ottobre, si è presentata: una corsa dura, che farà selezione da subito, con tanti protagonisti a partire dai favoriti Carapaz e Nibali.

Due le tappe in Trentino, vediamole: si tratta della 17° tappa, la Bassano del Grappa-Madonna di Campiglio, con la scalata del monte Bondone; e poi, con la prima parte del percorso in Val di Sole e in Val di Non, la 18° tappa, la Pinzolo-Laghi di Cancano/Parco Nazionale dello Stelvio.

La 18° frazione vedrà i corridori scendere dal Passo Campo Carlo Magno, scendere verso Mostizzolo e quindi entrare in Val di Rumo per affrontare una salita inedita, il Passo Castrin/Hofmahdjoch, a quota 1704 metri, per poi entrare in provincia di Bolzano e proseguire fino in provincia di Sondrio.

Si tratta del tradizionale tappone alpino con sole quattro salite per oltre 5400 m di dislivello. Partenza in salita sul Passo Campo Carlo Magno che porta in Val di Sole e dopo circa 45 km l’inedito (strada di apertura recentissima) Passo Castrin/Hofmahdjoch che porta in Val d’Ultimo/Ultental.

La lunga discesa su strade ampie, ben pavimentate serpeggianti a mezza costa porta ai sobborghi di Merano dove si riprende a salite da Foresta/Forst entrando in Val Venosta e risalendola quasi per intero. Si affronta quindi, stagione permettendo, lo Stelvio (2758 m) dal versante più impegnativo (quasi 25 km al 7,5% di cui metà oltre i 2000 m) e quindi immediatamente dopo la lunghissima discesa (numerose brevi gallerie nella parte centrale) la salita finale ai laghi di Cancano con le “scale di Fraele” e i loro 21 tornanti.

La salita finale di quasi 9 km attorno al 7% porta alle Torri di Fraele circa a 2 km dall’arrivo.

Seguono due brevi gallerie e una breve discesa fino al Lago delle Scale che si costeggia per circa 1 km perfettamente pianeggiante. Gli ultimi 500 m sono in leggera salita al 3,5 % circa. 



Riproduzione riservata ©

indietro