Skin ADV

A Ossana una giunta in rosa

mar 29 set 2020 23:09 • By: Lorena Stablum

Rosa Santini è vicesindaco, Davide Bresadola è l’unico assessore maschio

È una giunta quasi tutta al femminile quella che il nuovo sindaco di Ossana Laura Marinelli presenterà al consiglio comunale convocato per martedì 6 ottobre alle 20.30, occasione in cui si procederà anche alla convalida degli eletti.

Sono due infatti le donne indicate che, affiancandosi alla prima cittadina, portano la «quota rosa» a tre su un organo esecutivo formato da quattro membri. È questo un primo segnale di novità portato da Marinelli che sempre a una donna sceglie di affidare anche il ruolo di vicesindaco. Il braccio destro di Marinelli sarà infatti Rosa Santini, l’artigiana che ha catalizzato su di sé 61 voti e che prenderà il posto del vicesindaco uscente Sandro Costanzi (68 preferenze): giunto al limite dei tre mandati, Costanzi sarà comunque indicato quale capogruppo di maggioranza. A Santini, che all’attivo ha una passata esperienza di assessore, sono delegate le competenze in materia di frazioni, arredo urbano, lavori pubblici, cantiere comunale, gestione del personale operaio, intervento 19.

Living Immobiliare

L’altra assessore donna è Elisa Rossi, la campionessa in termini di preferenze (75 voti), alla quale vanno le deleghe in materia di foreste e territorio, agricoltura, associazioni, ambiente, Parco fluviale Alto Noce, rifiuti e raccolta differenziata. All’unico uomo della giunta, Davide Bresadola (57 voti), sono affidate le deleghe in materia di sentieristica e segnaletica, sport, eventi e manifestazioni, politiche sociali, politiche giovanili e per la terza età. Al sindaco rimangono invece le materie relative a bilancio, urbanistica, personale, protezione civile, turismo e cultura.

«Ho seguito l’esito delle preferenze e ho cercato di ripartire le deleghe in base alle competenze e al tempo a disposizione – commenta Laura Marinelli a chi le riconosce la forza di una scelta inconsueta –. Non sono io quella coraggiosa, ma la comunità e i cittadini che tra i primi quattro candidati più votati hanno scelto tre donne. Io ho solo preso atto della volontà degli elettori. Di questo ne sono particolarmente felice perché ne è comunque uscito un organo esecutivo bilanciato sia per età che per esperienza. Ringrazio davvero tanto Sandro Costanzi che, pur non potendo più far parte della giunta, si è messo a disposizione del gruppo e continuerà a dare il suo importante contributo». 

Ma gli assessori non saranno soli nel lavoro quotidiano di amministrare: Marinelli annuncia infatti che nei prossimi giorni a tutti i consiglieri di maggioranza sanno delegate delle competenze. Un modo, spiega il neo sindaco, per suddividere la mole di lavoro su più livelli e, al tempo stesso, per coinvolgere tutta la squadra. «La sfida è proprio questa – conclude -. Fare in modo che tutti possano dare il proprio contributo per il bene comune. La comunità ha premiato una squadra in cui ha trovato tante persone valide».



Riproduzione riservata ©

indietro