Skin ADV

Addio a Silvio Chini, aveva 92 anni

sab 31 ott 2020 16:10 • By: Lorena Stablum

Formidabile promotore della figura di Padre Kino

Segno e il Comune di Predaia, in Val di Non, piangono Silvio Chini, che si è spento serenamente all’età di 92 anni. Storico fondatore e presidente onorario dell’associazione culturale Padre Eusebio F. Chini, nata per ricordare e divulgare la memoria del missionario anaune, Chini ha fin da giovane improntato la propria vita a un forte impegno civile che nel 1977 gli valse il riconoscimento del titolo di Cavaliere del Lavoro da parte del Presidente della Repubblica Giovanni Leone. Fu amministratore nel Comune di Taio, per quattro consiliature membro della giunta, consigliere nel direttivo della allora Cassa rurale di Segno e fondatore e presidente del magazzino delle mele della frazione.

Living Immobiliare

Il suo impegno più grande si è però speso nella promozione della figura di Padre Eusebio Chini a partire dagli anni ’80 del secolo scorso con la costituzione del Comitato Chiniano diventato, poi, nel 1992 l’attuale Associazione Culturale Padre Eusebio F. Chini della quale fu presidente fino al 2009.

A ricordarlo con affetto, in una lunga lettera pubblicata sul sito dell'associazione culturale, è il presidente Alberto Chini: «Ha operato incessantemente in tutti questi anni con un tale fervore da contagiare tutti coloro che collaboravano con lui e ci ha lasciato un esempio tangibile del suo incessante lavoro. Sotto la sua guida sono state realizzate molte opere – scrive ancora nella lettera il presidente - e ci ha guidati in numerosi viaggi in Arizona e Sonora, i luoghi dove ha operato Padre Kino instaurando rapporti di stima e amicizia che continuano ancora oggi. Il suo modo di fare è sempre stato semplice e spontaneo, il suo lavoro lo svolgeva con costanza e determinazione fino a raggiungere gli obiettivi che si era prefissato. Tutti coloro che lo hanno conosciuto lo ricordano con riconoscenza e affetto».



Riproduzione riservata ©

indietro