Skin ADV

Tra zona gialla e area rossa, il Tonale teme per la stagione turistica

ven 06 nov 2020 11:11 • By: Lorena Stablum

Il sindaco di Vermiglio Bertolini: «Si lavora per poter aprire gli impianti in sicurezza»

Attesa e preoccupazione. Sono le parole che pronuncia il sindaco di Vermiglio Michele Bertolini. Quello che amministra è un territorio a metà, diviso tra due colori, il giallo del Trentino e il rosso della Lombardia. Lo ha stabilito il nuovo Dpcm, firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte il 3 novembre scorso e già in vigore, che ridisegna il territorio nazionale secondo i differenti livelli di criticità sanitaria nelle regioni.

«La salute dei cittadini viene al primo posto – commenta Bertolini – e facciamo quello che ci viene detto. In pratica, stiamo vivendo la situazione che già abbiamo vissuto a marzo.

Living Immobiliare

Siamo un territorio di confine e dobbiamo interpretare prescrizioni diverse. Siamo in attesa di capire l’evolversi della situazione».

Il pensiero va soprattutto alla stagione turistica invernale, che al passo del Tonale avrebbe dovuto partire già nel weekend di Ognissanti. «Speriamo di salvare almeno parte della stagione – continua Bertolini -. Siamo al lavoro, con le altre società per trovare un accordo che ci consenta di aprire gli impianti in sicurezza».

Il decreto, valido fino al 3 dicembre, ribadisce infatti la chiusura dei comprensori sciistici per gli sciatori amatoriali (i turisti) fino a quando non saranno adottate «apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico-scientifico, rivolte a evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti». «Stiamo attendendo l’evolversi della situazione e con preoccupazione – conclude quindi il primo cittadino -. Gli impianti di risalita sono il motore della nostra economia. Dalla Carosello Tonale, oltre ai lavoratori diretti, dipendono anche gli alberghi, le scuole di sci…»



Riproduzione riservata ©

indietro