Skin ADV

Una conferenza sull'uso dei fitosanitari in Trentino

mer 11 mar 2020 11:03 • By: Alberto Mosca

L'ufficio di presidenza del consiglio provinciale ha accolto la richiesta fatta da Salvatore Ferrari

L’Ufficio di Presidenza del Consiglio provinciale ha fatto propria, nel corso della seduta dello scorso 19 febbraio, la richiesta fatta da Salvatore Ferrari “cittadino elettore di Caldes”, volta a organizzare una “apposita conferenza di informazione sul tema dell’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari in Trentino”.

Per Ferrari un motivo di soddisfazione: “Ringrazio il presidente Walter Kaswalder e i membri dell'ufficio di presidenza per aver accolto la mia proposta. Peraltro – aggiunge – resto in attesa di ricevere dal comune di Caldes risposta ufficiale scritta alla mia richiesta di convocazione urgente del Consiglio comunale, sui risultati dello studio degli apicoltori solandri sulla presenza di agro farmaci sul territorio comunale”.

Libro Pellizzano

 

Il riferimento è alla presentazione, avvenuta lo scorso 25 gennaio, di uno studio su pesticidi e ambiente in Val di Sole condotto tramite la presenza degli alveari dall’Associazione Apicoltori della Val di Sole, Peio e Rabbi, in collaborazione con l’Università di Bolzano. Lo studio ha scoperto la presenza di 66 residui di fitofarmaci in Val di Sole analizzando il polline raccolto dalle api, in questo caso nel ruolo di “sentinelle” dell’ambiente. In particolare, l’analisi di 22 apiari della Val di Sole ha riscontrato la presenza in fondovalle di 13 insetticidi, 50 funghicidi e 3 erbicidi.

Le aree che sono risultate come più colpite sono quelle di Mostizzolo e Caldes, mentre Pellizzano e Ossana quelle con i picchi più alti come presenza di metalli pesanti. Sono inoltre state rilevate sostanze illegali, di cui non si conosce nè la provenienza, nè l’utilizzo.



Riproduzione riservata ©

indietro