Skin ADV

Maurizio Fugatti: «Abbiamo un quadro critico e instabile»

mer 16 dic 2020 18:12 • By: Alberto Mosca

Anche oggi 13 deceduti e 587 casi; in leggero calo le terapie intensive

Anche oggi, come ieri, in Trentino i numeri indicano un quadro critico e instabile, come dichiarato dal presidente Fugatti in conferenza stampa, con 13 persone decedute, raggiungendo così quota 873 dall’inizio della pandemia. Una buona notizia viene dalla leggera diminuzione delle persone in terapia intensiva.

Sul fronte dei nuovi contagi, ne abbiamo 106 da tamponi 2829 molecolari e 343 da 1913 antigenici, a cui se ne aggiungono 138 molecolari che sono conferma di già antigenici,  per un totale di 587.

Living Immobiliare

Gli attualmente positivi sono 2893 (+89), i guariti 15.946 (+142). 

In calo il numero di terapie intensive occupate, 50 (-3) e quello delle persone in alta intensità, 54 (-3); i ricoveri sono 360 (+5), per un numero complessivo che è ora di 464 (-1). In Rsa abbiamo 318 (-4) contagi; sono 2001 (+100) le persone curate a domicilio.

In particolare, in Val di Non abbiamo 8 nuovi casi, in Val di Sole 5, per un totale di 13.

Nel dettaglio: Cavizzana (+1), Cles (+2), Croviana (+1), Dimaro Folgarida (+1), Novella (+1), Pellizzano (+1), Rabbi (+1), Romeno (+1), Ville d’Anaunia (+4)  

Resta ora l'attesa per la decisione che domani la conferenza Stato-Regioni prenderà in merito all'istituzione della zona rossa, forse addirittura dal prossimo sabato 19.



Riproduzione riservata ©

indietro