Skin ADV

In tempi da Coronavirus, il viaggio diventa virtuale

gio 12 mar 2020 • By: Lorena Stablum

Ecco qualche consiglio su come non annoiarsi rimanendo in casa

Niente passeggiate, niente giri in bicicletta e soprattutto vietati i viaggi. Il Coronavirus ci blinda in casa senza concederci la possibilità di continuare a fare quello che ci piace di più. E allora che fare? Per fortuna la tecnologia oggi ci viene in soccorso e ci consente di arrivare in pochissimi attimi in ogni parte del mondo. Anche quella più lontana e impensata. Ed ecco che musei, realtà culturali e naturalistiche offrono la possibilità di visitare le proprie bellezze comodamente da casa propria. Noi ve ne proponiamo alcuni partendo proprio dalla Val di Sole.

Noce 360

Per chi era solito fare lunghe passeggiate in riva al fiume Noce e sente già la nostalgia del rumore cristallino delle acque che s’infrangono contro le rocce, è online Noce 360. Il virtual tour, promosso dal Parco Fluviale Alto Noce e realizzato dall’agenzia di comunicazione di Cles Nitida Immagine srl, consente, attraverso sia da dispositivi mobile (smartphone e tablet) che da personal computer, di muoversi alla scoperta del corso d’acqua dalle sue sorgenti al Corno dei Tre Signori fino a quando s’immette nelle acque della diga di Santa Giustina. L'utente ha così la possibilità di scegliere quale esperienza vuole vivere sul Noce: se scoprirne la sua biodiversità o conoscere la storia dell'acqua e del paesaggio. 

Musei Civici di Venezia

Così non li avete mai visti. Grazie a Google Art Project si possono scoprire le sedi, i percorsi e le collezioni dei Musei Civici di Venezia, compreso l'opulenta dimora dei Dogi, Palazzo Ducale.

Museo Egizio di Torino

Il tour virtuale consente di visitare il Museo egizio di Torino, il più antico museo del mondo dedicato interamente alla cultura degli antichi Egizi.

Mummie e reperti archeologici conservati nelle sale espositive non avranno più segreti anche grazie alle tante schede illustrative.

Musei Vaticani

La Cappella Sistina e le Stanze di Raffaello non hanno più segreti. I Musei Vaticani offrono la possibilità di visitare i luoghi in cui sono custodite le opere d’arte collezionate nei secoli dai papi.

Casa di Anna Frank

Il Museo di Anna Frank, ad Amsterdam in Olanda, nasce nel luogo dove la ragazza ebrea si nascose e scrisse il famoso diario durante l’occupazione nazista. Oggi è possibile visitare online le sue stanze. 

Sono poi sempre di più i musei nazionali e internazionali che mettono online le proprie collezioni. Tra questi, ad esempio, gli Uffizi di Firenze e la Pinacoteca di Brera, in Italia, e il British Museum a Londra. E allora buon divertimento!



Riproduzione riservata ©

indietro