Skin ADV

Da Roma al Cadore, vigili del fuoco nonesi e solandri sono pop

gio 07 gen 2021 10:01 • By: Alberto Mosca

I vigili clesiani diventano involontari protagonisti della cronaca capitolina, mentre una colonna mobile è in soccorso nel Cadore sommerso dalla neve

Il caposquadra Loris Destefani, pompiere clesiano "de Roma"

Che tutta Italia ci invidi i nostri vigili del fuoco volontari è cosa nota. Specialmente se ne abbiamo evidente dimostrazione sui mezzi di comunicazione online ai piedi del Vesuvio. La segnalazione viene da un nostro lettore ed è senz’altro significativa: una testata online registrata presso il Tribunale di Napoli, youmedia.fanpage.it, ha utilizzato i video d’archivio dei Vigili del Fuoco di Cles come immagini di copertura per un loro servizio del 29 ottobre scorso: così, nel trattare lo spinoso problema delle quarantene per Covid19 che decimano i ranghi dei vigili di Roma, ecco comparire, con l’onore dell’immagine di copertina, il caposquadra clesiano Loris Destefani.

Living Immobiliare

Al di là di eventuali autorizzazioni da richiedere e rilasciare, il segno è evidente, con un riscontro mediatico e di visibilità che proponiamo ai lettori nostrani.

Ma c’è di più: in questi giorni altri vigili del fuoco volontari provenienti dalla Val di Sole e dalla Val di Non hanno goduto dell’onore della cronaca nazionale grazie al loro intervento nel Cadore, sprofondato nella neve. La colonna mobile, formata da 21 vigili del Distretto Val di Sole e 2 da Fondo, guidata dal viceispettore del distretto solandro, Omar Martini del corpo di Malé, è arrivata nei giorni scorsi sui luoghi dell’intervento, pronta a procedere a operazioni di sgombero delle strade, dei tetti sovraccarichi e di messa in sicurezza dei paesi.

I vigili del fuoco volontari a Cibiana del Cadore

Anche su Facebook sono state numerose le immagini pubblicate sui profili personali, a racconto e memoria di questa ennesima impresa fuori dei confini regionali. 



Riproduzione riservata ©

indietro