Skin ADV
SuperBonus delle meraviglie?

Condomini, preoccupano i tempi troppo «stretti»

mer 11 ago 2021 11:08 • By: Lorena Stablum

Gilberto Magnani: «I prezzi dei materiali sono schizzati alle stelle»

Da presidente dell’Anaci del Trentino, Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari che in provincia riunisce 110 associati, Gilberto Magnani ribadisce le criticità legate al SuperBonus 110% che ha già avuto modo di esprimere all’onorevole Riccardo Fraccaro in occasione della sua visita a Marilleva 1400. Il grande scoglio è rappresentato, spiega, dai tempi, troppo stretti, nei quali i lavori vanno completati. “Il 2022 è un termine troppo ravvicinato soprattutto per grandi cantieri come, ad esempio, quelli aperti a Marilleva – commenta infatti Magnani -. Se non ci sarà una proroga sarà davvero difficile completarli entro tale data”.

Un aspetto questo, che sommato ad altri, sta un po’ rallentando l’avvio dei lavori su tutto quello che è il patrimonio immobiliare condominiale.

Libro Pellizzano

“In tanti vorrebbero partire con gli interventi ma stanno aspettando” conferma il presidente, che evidenzia poi come siano diverse le cose da migliorare. “La parte burocratica è molto complessa e, cosa non indifferente, non è ancora ben chiaro quale tipo di spesa rientra nella misura e quale no. I Comuni, sebbene sempre molto disponibili, fanno fatica a gestire tutte le pratiche, i dipendenti dedicati sono pochi e non possono assumere personale e sarebbe utile avere una check list in modo che i proprietari possano avere una sicurezza su quanto andranno a spendere e su quanto varrà la detrazione”.

I condomini, inoltre, stanno affrontando la questione della mancanza di materie prime e di ditte per l’esecuzione dei lavori. “I prezzi dei materiali sono schizzati alle stelle - evidenzia Magnani – e, poi, bisogna capire sempre l’entità dell’agevolazione. Ci troviamo con ditte che hanno fatto dei preventivi nei quali rischiano di non starci più se non si sono approvvigionate per tempo dei materiali. Ci sarebbero un sacco di richieste d’intervento… ma il tempo è quello che è. Se non sono sicuro di terminare i lavori entro il 2022, infatti, non inizio nemmeno. Finora – conclude -non sappiamo nulla sulla proroga anche se ci hanno assicurato che qualcosa si farà”.

 

 



Riproduzione riservata ©

indietro


Ti potrebbe interessare anche...