Skin ADV
Gli altri eroi. Storie dalla pandemia

Ti tengo compagnia

sab 23 mag 2020 18:05 • By: Alberto Mosca

L’iniziativa portata avanti dai Piani Giovani Val di Sole e Carez di Novella

L’idea è nata nell’ambito del Piano Giovani della Valle del Leno, ma poi è stata ripresa nelle Valli di Non e di Sole: tenere compagnia telefonicamente, in tempi di isolamento totale, a chi ne aveva più bisogno. Insomma, per riprendere una vecchia pubblicità, quando “una telefonata ti salva la vita”.

Di questo progetto di aiuto sociale e di amicizia tra le generazioni parliamo con Alessandro Rigatti, già assessore comunale a Revò e referente tecnico dei Piani Giovani della Bassa Val di Sole e Carez nel nuovo comune di Novella. “Nel complesso – spiega Rigatti – abbiamo potuto contare su 35 volontari, che hanno contattato circa 50 persone: per lo più persone anziane, spesso sole o comunque con una rete familiare indebolita dall’isolamento.

Autoroen marzo

La nostra iniziativa è stata molto apprezzata”.

Per quanto riguarda le modalità di individuazione dei volontari, per la maggior parte tra i 20 e i 30 anni, si sono presentati in molti e in poco tempo, con una risposta lodevole; sul fronte dei beneficiari di questo servizio a distanza di supporto morale, alcuni si sono iscritti volontariamente coinvolti dai circoli anziani, mentre altri, spiega Rigatti, “sono stati coinvolti, per così dire, a sorpresa. Specialmente nel caso di Novella, abbiamo vissuto la situazione in cui il classico sconosciuto che ha voglia di chiacchierare ti telefona, per parlare del più e del meno, offrire informazioni, condividere le preoccupazioni del momento: in tutti i casi una esperienza positiva, con una relazione di contatto e amicizia che continua anche ora che la fase acuta dell’emergenza sembra essere alle spalle”.

Da inizio maggio le telefonate sono meno frequenti, anche per la maggiore libertà e possibilità di incontro, con un isolamento con misure di sicurezza ma non totale. “Vediamo i ragazzi entusiasti di questa esperienza – conclude Rigatti – che dopo aver risposto convintamente al nostro invito hanno gestito bene le situazioni: sono nati rapporti di amicizia che noi auspichiamo, e i ragazzi ce lo hanno confermato, vengano coltivati in futuro, compatibilmente al rientro ad una progressiva normalità”.  



Riproduzione riservata ©

indietro


Ti potrebbe interessare anche...