Skin ADV

Fugatti: chi sta in villeggiatura nelle seconde case torni a casa sua

sab 14 mar 2020 19:03 • By: Alberto Mosca

Dura presa di posizione del presidente della giunta provinciale. In Val di Sole 19 contagiati, di cui uno guarito, in Val di Non 7.

Covid19: i numeri utili da contattare in caso di necessità

"I numeri sono in forte crescita. Serve quindi una forte responsabilizzazione di tutti: le regole vanno rispettate e ci sono persone che non lo fanno!" Così il presidente Maurizio Fugatti nella conferenza stampa di aggiornamento della situazione Covid19. Ma Fugatti si è duramente scagliato contro i proprietari di seconde case, specie nelle zone turistiche: "Ci sono ancora persone non trentine, specie in zone turistiche, che si trovano nelle seconde case; chi è arrivato dopo il primo Dpcm è qui illegalmente, quindi a queste persone chiediamo la stessa responsabilità  che chiediamo ai trentini; se sono qui devono rientrare, la situazione si sta aggravando e dobbiamo dare risposta sanitaria a chi rispetta le regole; il Trentino sarà responsabile con chi è responsabile.

Living Immobiliare

Chi è qui nelle seconde case in villeggiatura – ha concluso Fugatti - torni a casa sua". Non ci saranno comunque ordinanze: "Se non interviene il Governo, non possiamo fare nulla", ha concluso Fugatti.

La conta dei numeri, data dall’assessore Stefania Segnana, registra un ulteriore e preventivato aumento, con un totale di 261 casi dall’inizio dell’emergenza, 88 in più rispetto a ieri. Tra essi, 12 sono in terapia intensiva e 10 in alta intensità. 

Nel dettaglio dei comuni della Val di Sole, vi è un sensibile aumento dei casi, arrivati a 19: ne abbiamo ora 11 a Vermiglio (di cui uno guarito), 6 a Commezzadura, 1 a Dimaro Folgarida e 1 a Terzolas; in Val di Non sono 2 a Cis, 2 a Predaia, 1 a Ville d’Anaunia, 1 a Sanzeno, 1 a Sfruz.

Un cartello apparso in un negozio di alimentari in Val di Pejo.

Il direttore Paolo Bordon ha quindi confermato come i posti in terapia intensiva a Rovereto siano tutti occupati; per questo si sta procedendo ad una riorganizzazione che porterà ad altri 8 posti al S.Chiara.



Riproduzione riservata ©

indietro