Skin ADV

La rabbia degli apicoltori per i danni dell'orso

dom 17 gen 2021 08:01 • By: Alberto Mosca

Sono oltre 100 le arnie distrutte in Val di Sole dagli assalti dei plantigradi

La rabbia degli apicoltori solandri si manifesta sui social: “Con queste arnie distrutte siamo oltre quota 100, tra Malé, Dimaro e Commezzadura. Pazzesco”. Così Sergio Zanella, apicoltore di Magras e consigliere comunale di Malé, si fa interprete su Facebook del disagio di un’intera categoria: “Gli apicoltori solandri stanno perdendo tutto. Le nostre voci sono arrivate in consiglio provinciale, ma una soluzione immediata non c'è.

Funivie Madonna di Campiglio

Siamo di fronte a un orso che tutte le notti da un mese a questa parte attacca arnie”.

Un grido di dolore che non manca di prendere a riferimento altre misure prese per proteggere altre categorie: “Si uccidono i cormorani perché mangiano le trote e contro questo esemplare di orso si resta a guardare, perché così vanno le cose. Qual è il punto di non ritorno? C'è un limite che questo orso non deve valicare o va tutto bene così? L'apicoltura conta solo quando è ora di dare messaggi ecologici o ha un reale peso nel nostro ecosistema? Io – conclude Zanella -  faccio l'apicoltore perché amo le api, non per gli indennizzi che mi dà la provincia per i danni da orso”.



Riproduzione riservata ©

indietro