Skin ADV

Castel Thun diventerà castello dei bambini

sab 06 feb 2021 12:02 • By: Alberto Mosca

Parte un programma di restauro e musealizzazione che porterà anche all’allestimento permanente della collezione di carrozze e slitte

Una suggestiva veduta invernale di Castel Thun

Nuovi restauri e allestimenti museali a Castel Thun. La Soprintendenza per i beni culturali della Provincia, con la determinazione 1/2021 ha infatti delegato il Castello del Buonconsiglio all'esecuzione dei lavori di restauro e recupero ai fini museali della Torre della Polvere, della Torre di Francesco Agostino, delle Torrette del Campo dei Tornei e delle Torri e del Fossato delle prigioni.

In particolare, la Torre della Polvere verrà destinata a luogo di deposito e spazi ad uso del personale. Inoltre, a seguito della mancata realizzazione della zona polifunzionale prevista nel Cantinone di Castel Thun, verrà progettata all’ultimo piano della Torre della Polvere una piccola sala di rappresentanza, con conseguente sostituzione della scala di accesso e restauro delle pavimentazioni. La Torre Francesco Agostino avrà invece una funzione prettamente museale, con netto orientamento didattico, passando da una destinazione iniziale di “museo verticale” ad una ri-funzionalizzazione quale Castello dei bambini.

Già nel 2011 era stato approvato dalla Soprintendenza per i beni architettonici (determinazione 1080) il progetto definitivo dei lavori di restauro e recupero ai fini museali delle citate parti di Castel Thun, delegando con determinazione 366/2012 al Castello del Buonconsiglio le competenze relative alla progettazione esecutiva, direzione lavori, affidamento ed esecuzione dei medesimi lavori di restauro per un importo complessivo di 928.

342 euro.

I lavori dovevano iniziare nel 2015 e concludersi nel 2017: ma nel 2019 i termini di inizio lavori e di rendicontazione sono stati rimodulati rispettivamente al dicembre 2021 e 31 dicembre 2022. Lo stesso Castello ha quindi richiesto di posticipare la rendicontazione al 31 dicembre 2023, a fronte della previsione che i lavori vengano portati a termine nel mese di maggio dello stesso anno.

Il 30 dicembre 2020 il Castello del Buonconsiglio, nel confermare il 31 dicembre 2021 per l’inizio dei lavori, ha illustrato la revisione di un progetto ritenuto non più rispondente alle esigenze museali affinate in progress, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo degli spazi della Torre della Polvere e della Torre di Francesco Agostino. 

Infine, a settembre 2020 la Giunta provinciale ha finanziato un fondo straordinario per l’allestimento permanente della collezione di carrozze e slitte nel Cantinone, rendendo necessaria una verifica finale di compatibilità del progetto di restauro delle torrette - in particolare per la parte che riguarda il Fossato, le cui nicchie possono fungere da rappresentazione della stazione di sosta - col nuovo intervento di allestimento delle carrozze progettato tra novembre e dicembre.

Una delle carrozze di Castel Thun

Le varie fasi progettuali hanno registrato notevoli rallentamenti a causa della pandemia in atto e delle regole gestionali introdotte di conseguenza nell’organizzazione del lavoro. I lavori sulle due torri verranno suddivisi in due unità autonome e funzionali, prevedendo una positiva accelerazione in fase di appalto ma anche nella conduzione dei relativi cantieri. Sulla base del nuovo cronoprogramma, il progetto esecutivo verrà presentato alla Soprintendenza per i beni culturali nei primi mesi del 2021 e nella prima metà dell’anno sarà appaltata la prima unità funzionale, mentre la seconda si prevede venga appaltata nella seconda metà dell’anno.



Riproduzione riservata ©

indietro