Skin ADV

A Rumo, una scuola che educa al fare

dom 07 feb 2021 09:02 • By: Alberto Mosca

I bambini hanno pagato in municipio la tariffa per gli svuotamenti del rifiuto secco. La sindaca Michela Noletti: "La nostra scuola si distingue e offre agli adulti un modello da seguire"

La delegazione della scuola primaria di Rumo con la sindaca Noletti

Si tratta ormai di una bella consuetudine: i bambini della scuola primaria "Odoardo Focherini e Maria Marchesi" di Rumo, riuniti nella loro cooperativa scolastica “Un sogno smarrito” si sono recati ieri in Municipio per consegnare la somma relativa agli svuotamenti del rifiuto secco. Ad accoglierli la sindaca Michela Noletti: “Coadiuvati dai docenti, i bambini hanno intrapreso questo percorso sostenibile in tema dei rifiuti già a partire dal 2009”.

E i piccoli hanno consegnato nelle mani della sindaca la somma di 83,71 euro, un po’ di più rispetto alle previsioni, poiché a causa del Covid non è stato possibile utilizzare a scuola tovaglioli ed asciugamani di stoffa.

Mentre per l’umido il problema non si pone, dato che quotidianamente i bambini lo ripongono nel contenitore del compost e riutilizzato poi nei campi da loro coltivati (“così non paghiamo lo svuotamento e lo riutilizziamo”), tutto il resto viene accuratamente differenziato.

Living Immobiliare

“Questo – ha aggiunto Noletti - è un percorso virtuoso dove ancora una volta la nostra scuola si distingue. Un modello da seguire e che anche gli adulti dovrebbero imparare di più, perché purtroppo a volte non avviene, ed esempi recenti ce lo hanno dimostrato”.

La cooperativa scolastica “Un sogno smarrito” di Rumo si autodefinisce “una scuola che educa al fare”: tra le altre cose, i bambini hanno dato vita a un progetto agricolo in collaborazione con alcune realtà locali che offrono supporto e collaborazione per alcune fasi di lavorazione dei campi o materie prime da cui realizzare prodotti finiti. Gli studenti autogestiscono ogni fase della vita cooperativa ed i professori hanno solo un ruolo di supervisione. Negli anni scorsi, i loro progetti sono stati premiati dal BIM e la somma vinta devoluta per la costruzione del depuratore delle acque, tema assai approfondito dai bambini della scuola di Rumo.



Riproduzione riservata ©

indietro