Skin ADV

Termenago si innova

ven 12 mar 2021 13:03 • By: Lorena Stablum

Parte il progetto sperimentale per rivitalizzare la frazione montana di Pellizzano

PELLIZZANO. Incrementare il senso di coesione e solidarietà. Questo l’obiettivo del progetto sperimentale “Pellizzano Innova” che prende avvio in questi giorni nel Comune di Pellizzano con la ricerca, da parte dell’amministrazione comunale, di una figura professionale che possa offrire un supporto specialistico e di assistenza tecnica nella sua realizzazione.

L’idea nasce nel 2018 dal desiderio dal presidente dell'Asuc di Termenago e dall'amministrazione comunale di riattivare nella frazione, che conta poco più di un centinaio di abitanti, il punto di aggregazione chiuso per la sua non sostenibilità economica. In collaborazione con la Provincia, era stato così attivato il laboratorio per la montagna Lamo al quale parteciparono dieci giovani universitari appartenenti a Dipartimenti diversi che, durante un campus residenziale tenutosi nel luglio 2018, riuscirono a coinvolgere l'intera cittadinanza di Termenago in un percorso di analisi della criticità e di elaborazione di idee innovative e di azioni da attuare. Ne nacque così un corposo progetto che ha ampliato la richiesta iniziale legata al punto aggregativo ricomprendendo tra gli obiettivi anche la valorizzazione della storia del paese e del patrimonio agricolo forestale e l’aumento del senso di appartenenza tra i giovani e, in generale, della coesione e della cooperazione tra gli abitanti della frazione al fine di superare le divisioni interne che costituiscono un ostacolo allo sviluppo di un sentimento collaborativo.

Living Immobiliare

Diverse furono le attività selezionate dalla popolazione nella serata pubblica di presentazione del progetto, tra cui, il più sentito, fu appunto la riattivazione del centro multiservizi accompagnata dalle azioni definite “Termenago Soldiale”, che prevede la stipula di un accordo con Trentino Solidale per la creazione di un punto di raccolta di generi alimentari, “Termenago Porte Aperte”, che sviluppa l'idea dell'utilizzo delle strutture della canonica come alloggi per volontari selezionati tramite i progetti di Workaway e come strutture ricettive di tipo B&B, e la realizzazione di un anfiteatro vegetale, che diventerà un punto di incontro innovativo per gli abitanti di Termenago collegato al centro multiservizi nel periodo tra fra maggio e ottobre. Il mercato solidale e vivaio della Val di Sole, quindi, sono stati individuati quali elementi che, accanto al B&B, workaway e il bar, contribuiranno alla sostenibilità economica del centro multiservizi.

Completano il progetto, infine, l’organizzazione di diversi eventi e appuntamenti promozionali e la creazione di “Termenago erbe officinali”, che prevede la realizzazione di due orti di medie dimensioni contenenti erbe officinali collocati ai lati dell'anfiteatro vegetale. La comunità della frazione sarà coinvolta in ogni fase progettuale sia nella parte di scelta di come attuarle che realizzativa e numerosi saranno i partner e le associazioni locali che contribuiranno alla riuscita del progetto che avrà una durata di tre anni.

Proprio per poter avviare il progetto, in questi giorni il Comune di Pellizzano, guidato dalla sindaca Francesca Tomaselli, ha pubblicato un bando per la selezione di una persona che possa coordinare tutte le iniziative. Per informazioni visitare il sito istituzionale dell’ente. 



Riproduzione riservata ©

indietro