Skin ADV

Achille Serra: dopo Covid-19, un ringraziamento speciale

gio 26 mar 2020 • By: Alberto Mosca

Il messaggio di ringraziamento e di speranza per il personale sanitario, gli amici e tutta la comunità

Achille Serra, durante un'edizione della Festa della Fratellanza a Passo Paradiso

Achille Serra è una figura conosciutissima a Vermiglio e in tutta la Val di Sole. Titolare del bar Carolina e anima della annuale, storica Festa della Fratellanza di Passo Paradiso, in questi giorni ha combattuto una dura battaglia contro Covid-19, il coronavirus.

Ricoverato nelle settimane scorse nell’ospedale di Arco, oggi, nel giorno del suo ritorno a casa, ha inviato agli amici un messaggio di ringraziamento e di speranza, destinato in primo luogo alla sua comunità, duramente colpita dalla pandemia in corso.

“In questo momento - scrive Serra -  è veramente difficile per me trovare parole per esprimere ciò che ho dentro al cuore… Ma è proprio da lì che parte il mio immenso grazie! Grazie alla mia famiglia, a tutti gli amici, per tutto il calore, l’affetto, la solidarietà e la vostra importante vicinanza che mi avete e mi state ancora dimostrando! Fin dall’inizio del mio ricovero la vostra incredibile vicinanza mi ha fatto piacere!

Ringrazio anche Fernando, paziente anche lui di Vermiglio, per i cinque giorni passati in stanza assieme; abbiamo parlato di tutto! Per me è stato molto importante avere una persona vicina, penso la nostra compagnia sia stata importante anche per lui!

Adesso è passato il medico: dopo cinque minuti ci ha detto che tutto va bene… poi ha aggiunto riferendosi a me e al mio nuovo compagno di stanza: “Ragazzi siete la mia gioia!”

Voglio porgere un ringraziamento immenso a questi angeli custodi, i medici, le infermiere, tutto il personale ospedaliero dell’ospedale di Arco: siete stati FANTASTICI!  

Il nostro mondo – conclude Serra - incredibile e prezioso, è adesso in ginocchio. Ma dobbiamo essere fermamente convinti che #andràtuttobene! #statetuttiacasa

Un abbraccio, Achille”.



Riproduzione riservata ©

indietro