Skin ADV

Un’estate di parchi naturali

gio 01 lug 2021 15:07 • Dalla redazione

Presentato questa mattina il ricco calendario di iniziative proposto dalle aree naturali del Trentino

VALLI DEL NOCE. È un’estate particolarmente intensa e ricca di aspettative quella che inaugurano in questi giorni i Parchi naturali trentini, assieme al sistema delle Reti di Riserve. Il desiderio di ritornare a vivere la natura è particolarmente forte dopo i lunghi mesi di pandemia. In questi mesi i Parchi hanno lavorato molto per regalare un’esperienza indimenticabile a quanti sceglieranno di trascorrere le proprie vacanze sulla montagna trentina elaborando un ricco programma di iniziative e proposte che è stato illustrato questa mattina dal vicepresidente della Provincia e assessore all’ambiente Mario Tonina, da Romano Stanchina, dirigente del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette (in questa veste anche responsabile del settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio), da Cristiano Trotter, direttore del Parco Naturale Adamello Brenta, da Valerio Zanotti, presidente del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, da Alberto Pretti, presidente del Comitato di coordinamento e indirizzo del settore trentino del parco dello Stelvio e da Simone Santuari, presidente della Rete di Riserve Val di Cembra - Avisio.

“L’eccellenza ambientale del Trentino – ha sottolineato l’assessore Tonina – è un’eccellenza di sistema, e come tale vogliamo che sia percepita. Presentare assieme le iniziative dei nostri Parchi e delle nostre Reti di riserve significa sottolineare proprio questo aspetto: è l’azione sinergica di tutti gli attori del sistema, con la regia attenta e partecipe della Provincia autonoma, a rendere possibile un successo che si rinnova di anno in anno, malgrado le sfide che siamo chiamati ad affrontare, da Vaia al cambiamento climatico al Covid-19. L’affetto che turisti e visitatori riservano al Trentino ne è la prova più evidente. Ma il successo dei nostri Parchi e delle nostre aree protette è dovuto anche al coinvolgimento dei Comuni, delle Comunità, delle Asuc, nonché del nostro associazionismo, dei nostri centri di ricerca, delle scuole, dei musei, e in definitiva di tutti i cittadini che si impegnano per garantire un futuro sostenibile alla nostra terra, guardando soprattutto alle nuove generazioni”.

Le iniziative messe a punto dai Parchi trentini hanno diversi elementi in comune, ma anche delle specificità, che esaltano i punti di forza delle rispettive aree. Si va dalla fittissima trama delle escursioni e delle visite guidate, con il personale specializzato dei Parchi e a volte con accompagnatori d’eccezione, alle proposte culturali, fino agli eventi più “ludici”, rivolti a grandi e bambini, sempre però con l’obiettivo di diffondere quanto più possibile la conoscenza dei valori legati alla sostenibilità ambientale, all’eccellenza del patrimonio botanico e faunistico presente in queste valli e in queste montagne, all’importanza della preservazione dei delicati equilibri ecologici sottesi al sistema delle aree protette del Trentino.

valli del noce

In dettaglio le attività proposte dai parchi che interessano il territorio della Val di Non e della Val di Sole.


Parco Naturale Adamello Brenta

Dopo il successo della prima edizione, Superpark torna anche nell'estate 2021 per valorizzare le bellezze del Parco Naturale Adamello Brenta e l’importanza della tutela dell'ambiente con 7 passeggiate con accompagnatori straordinari (chef, illustratori, scrittori e così via) nei sabati di luglio e agosto e 14 cinema ad impatto zero grazie al cinema solare e all’utilizzo delle cuffie, per gli appuntamenti che saranno ai margine del bosco e nel cuore dei paesi di montagna, dal 26 luglio all'8 agosto.

Le rocce, i prati, i torrenti del Parco saranno lo scenario nel quale le “guide d’eccezione” ambienteranno le loro riflessioni, condividendo con gli altri escursionisti storie, visioni, prospettive nuove e diverse sull’ambiente e la natura. I film proposti dalla rassegna costituiranno a loro volta occasioni preziose per riflettere sul futuro del pianeta: si va da Honeyland di Tamara Kotevska e Ljubomir Stefanov a Now di Jim Rakete (centrato su Greta Thunberg) a Nostalgia della luce di Patricio Guzmán. Il progetto è sviluppato assieme ad Impact Hub Trentino e sostenuto da numerosi attori del territorio. Per la realizzazione del cinema solare itinerante si è coinvolta l’ONG Bambini nel Deserto, che dal 2016 porta il progetto “Cinema Du Desert” in giro per il mondo.

Oltre alle iniziative di Superpark, l’estate 2021 prevede oltre 130 proposte escursionistiche organizzate direttamente dal Parco o in collaborazione con le Apt, da giugno a settembre. Saranno attività che, con cadenza settimanale, porteranno gli escursionisti alla scoperta dei diversi ambienti del Parco, dalle Dolomiti patrimonio Unesco ai tesori nascosti del Geopark, dagli alpeggi ai boschi con i loro animali.

E ancora: sono state organizzate tutta una serie di attività tematiche, alla portata di tutti, per approfondire diversi aspetti della vita del Parco. Sugli alpeggi della Rendena (con escursioni nelle malghe e visite agli alpeggi), le esplorazioni degli ambienti ipogei del Parco nell’anno internazionale delle grotte e del carsismo, due serie di traversate del Parco, della durata di un giorno ciascuna, (dal Grosté al lago di Tovel e dal passo Tonale alla val Genova), la Wow experience Val di Sole (per vivere una mattina da vero ricercatore), la mostra Sacra natura (dal 9 luglio al 15 settembre a Campo Lomaso).

Un punto di riferimento importante per i visitatori sarà rappresentato infine dalle 7 Case del Parco, strutture “a tema” che consentono di approfondire la conoscenza dei diversi aspetti dell’area, dalla fauna all’orso, dall’acqua alle grotte. Continuano anche gli incontri della rassegna “I martedì del Parco”, in presenza e online: martedì 6 luglio si parlerà della scoperta di una nuova orchidea del Parco, martedì 11 agosto del ritorno del lupo, martedì 7 settembre di uccelli rapaci.

Tutte le informazioni sul sito del Parco Naturale Adamello Brenta


Parco Nazionale dello Stelvio (settore trentino)

Il settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio ha programmato un calendario di iniziative diversificate ma accomunate dall'obiettivo di sensibilizzare sui valori e i limiti di un'area protetta, per farne comprenderne la complessità e la delicatezza.

Tra le proposte più attese rientrano quelle che permettono di scoprire le alte quote del Parco Nazionale, grazie all'accompagnamento delle Guide Alpine. A esempio la salita al Monte Vioz, una delle meraviglie del Parco con i suoi 3645 metri e la vista sui gruppi del Brenta, Presanella Adamello, Alpi Svizzere, Ortles- Cevedale, Dolomiti. Sempre in ambiente di alta montagna si svolge una delle novità dell'estate: le escursioni con un esperto glaciologo lungo il giro dei Laghi del Cevedale, un "balcone" affacciato sui ghiacciai della Val de la Mare.

Tra le wow experience, le proposte memorabili selezionate dall'Apt Val di Sole, rientrano le attività serali del Parco: Astro Trek per scoprire stelle e costellazioni, la passeggiata romantica in cerca di lucciole, le esperienze più emozionali per entrare in contatto con la natura al buio, l'escursione con bat detector e visori notturni per individuare gli animali che popolano il bosco di notte. Una categoria di visitatori su cui il Parco investe molto, cercando ogni anno proposte sempre nuove e avvincenti, sono le famiglie per le quali si pensano proposte avvincenti: qui si tocca, si vede da vicino, si impara a osservare con occhi diversi, grazie all'aiuto degli esperti.

Da segnalare la collaborazione con alcune associazioni del territorio: Linum Val di Peio per un'attività creativa con pigne e rametti, e Mulino Ruatti insieme al Museo della Guerra di Peio per approfondimenti storici lungo i "Sentieri narranti", i percorsi da affrontare in autonomia inaugurati l'estate scorsa.

Torna anche StelvioBus, il servizio di mobilità sostenibile per raggiungere i luoghi più belli nel Parco in modo responsabile e gratificante. L’esperienza di StelvioBus, avviata nel 2018 in Val di Rabbi, viene ora estesa anche alla Val di Peio: dopo aver lasciato la propria auto in uno dei numerosi parcheggi, i mezzi pubblici sostituiscono, negli orari di punta, il traffico veicolare nelle aree interessate.

Maggiori info sul sito del Parco Nazionale dello Stelvio.



Riproduzione riservata ©

indietro