Skin ADV

Cles X Agenda 2030: all'insegna della tutela ambientale

lun 06 set 2021 10:09 • By: Noemi Maria Mottes

Il Comune di Cles si attiva per declinare a livello locale gli Obbiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda ONU 2030, coinvolgendo i cittadini e portando avanti un percorso collettivo finalizzato alla crescita sostenibile

CLES. Discutendo il tema della sostenibilità, non ci si riferisce solo al contesto ambientale, ma si parla delle così dette "5P" (Persone, Pianeta, Prosperità, Pace e Partnership), ossia le cinque aree in cui si interverrà attraverso una serie di iniziative legate ai 17 obbiettivi strategici definiti dall'ONU nell'Agenda 2030, la quale è stata sottoscritta dai governi di 193 Paesi ed è finalizzata all'individuazione di criticità e alla risoluzione di problemi a livello globale. Facendo riferimento a tale Agenda, anche il Comune di Cles si è voluto mettere in gioco per prendere azione concreta e progettare una serie di laboratori ed eventi raccolti nel programma "Cles X Agenda 2030".

Con settembre, mese che verrà dedicato al quindicesimo obbiettivo dell'Agenda (la vita sulla Terra), il programma è iniziato con una conferenza informativa sui contenuti dell'Agenda stessa e fino a dicembre 2030, con cadenza bimestrale, verranno organizzate varie iniziative dedicate agli altri obbiettivi. Le attività previste per questo primo mese del programma consistono, inoltre, in numerosi laboratori finalizzati alla sensibilizzazione e all'educazione in merito al tema della biodiversità, come per esempio una visita guidata nel frutteto storico di Cles (curata dalla Strada della Mela e i Sapori delle Valli di Non e Sole), un'escursione per famiglie alla scoperta dei funghi della nostra montagna, nella Località Boiara Bassa (con la partecipazione del Gruppo Micologico Anaune e dei custodi forestali dei Comuni di Cles e Ville d'Anaunia), o ancora, una mostra fotografica a cura di Mauro Mendini, incentrata sulla biodiversità animale locale e il lavoro di Mauro Mendini, il quale presenterà poi il suo libro fotografico "Vite segrete delle valli del Noce"; i proventi della vendita di tale volume andranno, infine, a Casa Sebastiano.

Living Immobiliare

 Molti dei laboratori organizzati, sono dedicati, nello specifico, anche ai bambini e ai ragazzi, così da stimolarli a riscoprire il contatto diretto con la natura e l'ambiente esterno, dopo il periodo di isolamento legato all'emergenza sanitaria. Si spera, così, nell'adesione anche dei più giovani a laboratori quali "Come riconoscere le piante", grazie al quale sarà possibile essere dei botanici per un giorno e imparare a identificare e classificare le piante toccandone le foglie con mano, oppure "Detective della natura", un'attività d'osservazione organizzata dal Parco Naturale Adamello Brenta e tenuta nella Località Bersaglio.Trattasi, quindi, di un programma ricco, che ha coinvolto più assessorati ed enti locali, quali il Comune di Cles, la Pro Loco di Cles, la Strada della Mela, il MUSE, il Parco Naturale Adamello Brenta, il Gruppo Micologico Anaune, gli Amici della Boiara Bassa e la Biblioteca di Cles; quest'ultima ha, inoltre, installato una torretta espositiva contenente una selezione di libri incentrata sul tema della biodiversità e l'Agenda 2030. Durante il mese di novembre si passerà, poi, al quinto obbiettivo strategico dell'Agenda: la parità di genere.



Riproduzione riservata ©

indietro