Skin ADV

Mostra dell’agricoltura: speranza per l’Ucraina e per il futuro del settore primario in Trentino

dom 20 mar 2022 09:03 • Dalla redazione

Il vicepresidente Tonina all’inaugurazione: ‘Agricoltura e zootecnica un’eccellenza trentina. Le istituzioni sono vicine, il futuro è dei giovani’

TRENTO. Una vera e propria festa “della ripartenza” per il mondo agricolo e zootecnico trentino, le attività fieristiche e i cittadini. L’inaugurazione della 75/esima edizione della Mostra dell’agricoltura, evento che tradizionalmente saluta la primavera in Trentino, è stata però anche l’occasione per lanciare, come hanno fatto i vertici della Provincia autonoma di Trento, un messaggio positivo di fronte al momento di particolare difficoltà. In primo luogo per il conflitto in Ucraina, per il quale si leva il forte auspicio di una rapida fine delle ostilità, ma anche per le criticità affrontate dagli operatori dell’agricoltura e della zootecnica sul territorio, a causa dei rincari di materie prime ed energia che la tensione internazionale non fa che aggravare. È il pensiero espresso da Mario Tonina, vicepresidente della Provincia autonoma di Trento, che ha partecipato negli spazi di Trento Expo all’apertura dell’evento, affiancato da “La Casolara”, la festa dedicata ai formaggi e al mondo caseario trentino e dell’arco alpino, e “Domo”, lo spazio per la casa. Presenti, anche per sottolineare la valenza della manifestazione e la vicinanza tra istituzioni, società e operatori del settore, il presidente del consiglio provinciale Walter Kaswalder, il presidente dell’Apt Trento e monte Bondone Franco Bertagnolli e il direttore Matteo Agnolin, l’assessore comunale Roberto Stanchina, Mario Del Grosso Destreri, direttore generale della Fondazione Mach, Marisa Corradi, presidente dell’associazione Donne in campo Trentino, Diego Coller, presidente di Confagricoltura, Moira Donati, responsabile regionale di Coldiretti Donne Impresa, Stefano Albasini, presidente di Trentingrana Concast, Antonello Ferrari, vicepresidente della Federazione provinciale allevatori.

Living Immobiliare

Portando i saluti della Giunta provinciale e dell’assessore provinciale Giulia Zanotelli, Tonina ha sottolineato come la Mostra dell’agricoltura rappresenti “un augurio” per un concreto ritorno alla normalità. “Auspichiamo che sia davvero un momento di ripresa, di fronte a quello che è successo in questi ultimi due anni di pandemia e soprattutto di fronte ad un conflitto che tutti ci auguriamo possa finire al più presto. Augurandoci che la diplomazia, la mediazione e il dialogo prevalgano su tutto il resto”.

Le eccellenze dell’agroalimentare trentino che sono in vetrina nella manifestazione “sono il frutto – ha continuato Tonina – del lavoro importante fatto dagli operatori del settore, un lavoro di cui siamo orgogliosi. Dobbiamo dire un grazie a tutta l’agricoltura trentina, perché quello che possiamo oggi ammirare negli stand riguarda soprattutto prodotti di alta qualità e grande eccellenza. Come Amministrazione provinciale, abbiamo confermato la nostra disponibilità e il sostegno al settore che sta soffrendo per rincari spropositati di materie prime ed energia”.

Tonina ha infine confermato il “ruolo strategico” del settore primario trentino “nella difesa del territorio e dell’ambiente trentino”. “In questa presenza radicata e positiva – ha aggiunto – giocano un ruolo centrale i giovani. Che operano con passione e preparazione e che sono il presente e il futuro di questo settore a cui l’Amministrazione provinciale vuole garantire sostegno, anche con ulteriori azioni che potranno essere completate nei prossimi mesi”.

Accanto all'inaugurazione si è svolta la premiazione dei migliori soggetti nell'ambito della Mostra regionale del coniglio riproduttore promossa dalla Federazione provinciale allevatori.



Riproduzione riservata ©

indietro