Skin ADV

La Val di Sole disegna il suo futuro

gio 14 apr 2022 11:04 • Dalla redazione

Concluso questa mattina il ciclo di 4 incontri promosso dall’Apt nell’ambito del progetto Ritorno al Futuro

MEZZANA. Sono state mattinate serrate con un unico denominatore comune: lasciarsi guidare dal processo di elaborazione di idee per disegnare la Val di Sole del 2035. Si è concluso questa mattina il ciclo di 4 incontri promossi dall’Apt della Val di Sole nell’ambito del progetto “Val di Sole Ritorno al Futuro” promosso in collaborazione con la Comunità di valle e i Comuni del territorio nello spazio TST2work nella sede della Cassa Rurale della Val di Sole. Un laboratorio operativo che, nelle quattro giornate, ha coinvolto oltre 70 persone, residenti in valle ed esponenti di varie categorie economiche e realtà associative, che si sono messe a confronto e insieme si sono proiettate al futuro sperimentando una modalità di elaborazione e ragionamento piuttosto innovativa. 

Guidati dagli esperti di tsm - Trentino School of Management e Group NAO (Danimarca), i laboratori si sono aperti con una breve disamina dei temi e delle prospettive oggi importanti per il settore turistico andando a vedere quello che le destinazioni turistiche, propongono nel mondo.

Living Immobiliare

Due i temi principali che sono emersi a livello globale: da un lato, la riscoperta di ciò che è importante oggi per il viaggiatore, e quindi una rinata preferenza per periodi di bassa stagione e la scelta di condividere la vacanza con le persone più importanti della vita delle persone, e dall’altro, la sostenibilità che diventa sempre di più una discriminante nella scelta della meta di vacanza.

 Alessandro Bazzanella di tsm, poi, ha illustrato a grandi linee gli esiti del questionario rivolto ai residenti e del ciclo di incontri sul territorio “Di’ la tua tour”. Dopodiché si è passati alla fase di elaborazione del presente, dello stato attuale della valle nei suoi pregi e nelle sue criticità, e del futuro ipotizzando quegli aspetti che possono e devono essere migliorati, valorizzati o del tutto cambiati. Il lavoro è stato organizzato in piccoli gruppi che, di volta in volta, cambiavano composizione: i membri del gruppo, che hanno lavorato insieme o singolarmente, hanno ragionato sulle questioni dell'oggi, sui temi importanti da sviluppare per la valle, analizzato i target e, infine, hanno proposto idee, soluzioni entrando nel dettaglio anche delle singole progettualità. Per farlo hanno avuto poco tempo, una decina di minuti per ogni fase di lavoro, e un blocchetto di post it sul quale annotare considerazioni in un ritmo serrato che, se da un lato non ha permesso divagazioni e distrazioni, dall'altro ha favorito la concentrazione e la concretezza.

“Val di Sole Ritorno al Futuro è un progetto che desidera prendere in mano il destino del nostro territorio, per esserne protagonisti come individui e come comunità – ha spiegato il direttore dell’Apt Fabio Sacco – e vuole tracciare una via condivisa per il futuro, andando a sondare aspettative, visioni e sogni che definiranno i prossimi 20 anni. Dopo questi incontri, seguirà una fase di rielaborazione e quindi proseguiremo proponendo un progetto di coinvolgimento rivolto ai giovani e ai turisti”. 



Riproduzione riservata ©

indietro