Skin ADV

Un album di figurine per scoprire il Parco Naturale Adamello Brenta

gio 28 apr 2022 16:04 • Dalla redazione

Presentato all’istituto Bernardo Clesio di Cles con il presidente del Pnab Ferrazza e l’assessore provinciale all’istruzione e cultura Bisesti

CLES. Un album di figurine: è la proposta – innovativa nel suo essere profondamente “vintage” – che il Parco Naturale Adamello Brenta lancia alle scuole del territorio, per presentare agli alunni la ricchezza della sua fauna, della sua flora, dei suoi paesaggi. In una parola, della sua biodiversità. L’iniziativa, finanziata con i fondi del Programma di Sviluppo Rurale PSR 2014-2020, è stata presentata stamani all’istituto comprensivo Bernardo Clesio di Cles, alla presenza del presidente del Parco Walter Ferrazza, dell’assessore provinciale all’istruzione e cultura Mirko Bisesti, e della coordinatrice del progetto Chiara Scalfi.

A fare gli onori di casa il dirigente scolastico Matteo Lusso. I destinatari di questa coloratissima proposta sono i circa 2.200 alunni delle classi terza, quarta e quinta delle scuole primarie presenti all’interno del Parco. 40 le figurine necessarie per completare l’album, in distribuzione in 18 biblioteche del territorio e nelle 7 Case del Parco.

Le figurine saranno consegnate a chi richiederà un libro, fra quelli consigliati dalle biblioteche stesse. Il presidente del Pnab ha dialogato a lungo con gli alunni presenti, sollecitando domande e pareri, e ha sottolineato come con questo progetto rivolto alle scuole il Parco confermi e rilanci il suo importante ruolo formativo, anche nei confronti dei più giovani. L’assessore provinciale all’istruzione, a sua volta ha detto che l’impegno dei ragazzi per il futuro, oltre a completare l’album, dovrà essere quello di farsi difensori dell’ambiente, aiutando a curarlo, a proteggerlo, a tenerlo pulito.

Ce l’ho! Mi manca! Facciamo scambio? Sono in molti gli “anta” a ricordare queste battute, che accompagnavano la passione per le figurine e i relativi album da completare. Dai calciatori agli animali, dalla scienza agli eroi del West, gli argomenti erano i più diversi. Poi, lentamente, le figurine sono scomparse dal nostro orizzonte. Ora, con il Parco Naturale Adamello Brenta, ritornano, per parlare di ambiente e biodiversità. Il progetto nasce da una collaborazione fra il Parco e l’azienda grafica Infoessence.it (di Antonio Gatto e Marco Tabilio, quest’ultimo anche illustratore dell’album) ed è stato finanziato tramite il “Programma di Sviluppo Rurale PSR 2014-2020 Operazione 7.5.1 Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e informazioni turistiche”.

Living Immobiliare

Al centro un album e una collezione di figurine dedicati ovviamente al Parco e a Rete Natura 2000. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i più giovani, residenti dell’area protetta, e rafforzare la conoscenza del valore del patrimonio naturale e culturale del Parco, attraverso uno strumento didattico divertente e relativamente “nuovo” per gli alunni delle scuole elementari a cui si rivolge.  Uno strumento corredato da illustrazioni e didascalie di supporto, che focalizza l’attenzione sui temi della biodiversità, della conservazione e tutela attiva dell’ambiente e sul ruolo fondamentale che i Parchi e le Aree protette svolgono all’interno di questo contesto. Nella realizzazione dell’album è stata posta particolare attenzione ad alcune specie e habitat individuati dalle direttive Natura 2000 e presenti all’interno del territorio del Parco tra cui l’orso, lo stambecco, il salmerino alpino, la scarpetta di Venere e tanti altri. Il 23 maggio alle ore 11.00 verrà organizzato un meet per le scuole con la presentazione dell'album.

COME È STRUTTURATO

La raccolta è articolata in 40 figurine che potranno essere inserite nell’album di 28 pagine. Tutte le figurine – in distribuzione nelle biblioteche del Parco e dei territori adiacenti - sono accompagnate da dati e curiosità e in alcuni casi sono presenti anche alcuni QRcode per visionare brevi filmati.

Nelle pagine dell’album trovano posto anche sette “figurine speciali” che potranno essere collezionate solamente visitando le sette Case del Parco, che i bambini e le loro famiglie saranno quindi incentivati a visitare (gratuitamente):

 - Casa del Parco “Flora” a Stenico;

- Casa del Parco “C’era una volta…” a San Lorenzo in Banale;

- Casa del Parco “Orso” a Spormaggiore;

- Casa del Parco “Lago Rosso” sul Lago di Tovel;

- Casa del Parco “Geopark” a Carisolo;

- Casa del Parco “Acqua Life” a Spiazzo;

-  Casa del Parco “Fauna” in Val di Daone.

L’album verrà distribuito all’interno delle Scuole Primarie del Parco che aderiscono all’iniziativa per i bambini frequentanti le classi III, IV e V. Le figurine verranno successivamente distribuite gratuitamente ai bambini attraverso la preziosa collaborazione delle Biblioteche del Sistema Bibliotecario Trentino che ricadono nei Comuni del Parco. A fronte della lettura di un libro, tra quelli segnalati dalle biblioteche e dedicati alle tre fasce d’età, i bambini riceveranno i pacchetti. E a chi completerà l’album è in serbo una sorpresa da ritirare alla sede del Parco, a Strembo.

Elenco Istituti Comprensivi del Parco che possono aderire all’iniziativa:

IC Val Rendena; IC Tione; IC Chiese; IC Giudicarie Esteriori; IC Altopiano della Paganella-Mezzolombardo; IC Bassa Val di Sole; IC Alta Val di Sole; IC Bassa Anaunia-Tuenno; IC Cles.

Le figurine si possono trovare nelle biblioteche che collaborano con il Parco nel progetto “Natura & Cultura”:

Biblioteca Altopiano della Paganella (sede Andalo e punti lettura Molveno, Spormaggiore, Fai della Paganella e Cavedago); Biblioteca Borgo Chiese;  Biblioteca Cles (sede Cles e punto lettura Rumo); Biblioludoteca Contà; Biblioteca Denno; Biblioteca Dimaro Folgarida (sede Dimaro e punto lettura Mezzana); Biblioteca Giudicarie Esteriori (sede Ponte Arche e punto lettura S. Lorenzo in Banale);Biblioteca Malè; Biblioteca Mezzolombardo (sede Mezzolombardo e punti lettura Campodenno, Sporminore e Ton); Biblioteca Ossana; Biblioteca Peio; Biblioteca Pieve di Bono-Prezzo; Biblioteca Pinzolo (sede Pinzolo, punto lettura Spiazzo, Carisolo e punto prestito Campiglio); Biblioteca Sella Giudicarie (sede Roncone); Biblioteca Storo (sede Storo e punto lettura Bondone); Biblioteca Tione (sede Tione e punti lettura Javrè, Ragoli e Saone); Biblioteca Vermiglio; Biblioteca Ville D’Anaunia (sedi di Tuenno e Rallo).



Riproduzione riservata ©

indietro