Skin ADV

Una fondazione per Padre Kino: depositato il disegno di legge per l’istituzione

dom 19 giu 2022 12:06 • By: L.S.

Il consigliere Alex Marini (5Stelle): ‘Merita di essere insignito del titolo di trentino onorario alla memoria’

TRENTO. Procede l’iter per l’istituzione della Fondazione dedicata a padre Francesco Eusebio Chini. Il consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle Alex Marini ha depositato il disegno di legge per la creazione di tale organismo con l’integrazione di alcune parti della legge provinciale sulle attività culturali 2007 e della legge provinciale 16 giugno 2006, n. 3 (Norme in materia di governo dell'autonomia del Trentino). La proposta è sostenuta anche dai consiglieri provinciali del Patt Paola Demagri e Lorenzo Ossanna.

L’idea di Marini, che già da diverso tempo sta lavorando su questo tema, è quella di valorizzare, attraverso la nascita di una fondazione, la figura di Padre Kino, un trentino che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del mondo, proseguendo il percorso avviato con lungimiranza dall’Associazione Culturale Padre Eusebio F. Chini nel 1992 e facendo confluire il Museo di Segno in una Fondazione compartecipata dal comune di Predaia e dalla Provincia Autonoma di Trento.

“È un fatto che a oggi Italia e Trentino - si legge nella relazione illustrativa che accompagna il disegno di legge - abbiano fatto comparativamente molto poco rispetto agli Stati centro e nordamericani per commemorare la figura di Padre Kino, pur essendo egli un figlio illustre delle nostre terre. Nel 1962 veniva approvato dalla Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti d’America la richiesta di collocare nel Famedio di Washington la statua di Padre Eusebio Chini a fianco a quella del Gen. John Campbell Greenway, in rappresentanza dello Stato dell’Arizona e nello stesso anno il Presidente Kennedy ne firmava il decreto. Il 14 febbraio 1965, anniversario della data di fondazione dello Stato dell’Arizona (14 febbraio 1912) la statua veniva collocata a Washington con una memorabile cerimonia con le massime autorità dell’Arizona a cui ha partecipato anche una delegazione di autorità trentine assieme a 300 trentini residenti a New York. Nel maggio del 1966 dopo lunghe ricerche volute strenuamente dal Presidente del Messico, furono trovati i resti mortali di Padre Kino a Magdalena, collocati così come era stato descritto da Padre Augustin de Campos, confratello di Padre Kino che ne aveva redatto il necrologio.

Living Immobiliare

A seguito dell’importante ritrovamento venne costruita una piazza monumentale dove fu posto il mausoleo dedicato a Padre Kino e il Messico dedicò a lui la città che divenne “Magdalena de Kino”. Alla fine dei lavori, il 2 maggio 1971 si celebrò la solenne inaugurazione alla presenza del Presidente del Messico Luis Echevarria Alvarez. Nell’anno 1987 un comitato di cittadini di Tucson, Arizona, sponsorizzati dall’Arizona Historical Society, commissionò all’artista messicano Julián Martínez la realizzazione di 3 statue equestri di Padre Kino. Una venne posizionata a Tucson, dove il gesuita fondò la missione di San Xavier del Bac, una a Magdalena de Kino, al fine di onorare il luogo della sua sepoltura e una a Segno, in Trentino, per dare risalto al suo luogo di nascita. La terza statua venne inaugurata il 16 di giugno del 1991, di fronte al museo di Segno, al cospetto delle autorità degli Stati Uniti, degli Stati dell’Arizona e di Sonora e della Provincia di Trento. Non sono mancati gli inviti al Trentino affinché si impegnasse maggiormente per commemorare il lascito e la memoria di padre Kino”. Per gli evidenti meriti e per l’oggettiva importanza delle opere messe in atto nel corso della sua vita, Marini evidenzia come Padre Kino “meriti pienamente di essere insignito del titolo di trentino onorario alla memoria, oltre che di essere commemorato e messo in risalto tramite ulteriori iniziative consone alla grandezza della sua opera”.

Nel luglio del 2021 il Consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno 374/XVI con il quale ha impegnato la Giunta provinciale a riconoscere l'importanza della figura e dell'operato di Padre Chini anche attraverso il conferimento di un'onorificenza, in memoria, o a quanti promuovono la conoscenza della sua figura, valutando altresì la promozione di ulteriori iniziative di valorizzazione della figura storica e del significato delle opere di Padre Chini.

Sull’opportunità di costituire una fondazione si è espresso anche il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, confermando che concederà il patrocinio e l’utilizzo del logo ministeriale alla fondazione dedicata alla memoria di Padre Kino.

Il disegno di legge è costituito da 4 articoli. Nell’articolo 1, con una modifica della legge provinciale sulle attività culturali, si propone di inserire il Museo Padre Kino di Segno fra i musei di interesse provinciale. Attraverso l’articolo 2 si propone di riconoscere formalmente la funzione svolta dal Museo padre Kino per la valorizzazione della figura di padre Francesco Eusebio Chini, per la divulgazione della conoscenza delle sue imprese per lo sviluppo civile, sociale, economico delle genti che abitavano gli antichi territori di Messico e Stati Uniti e per mantenere vivi i rapporti con le istituzioni e le organizzazioni pubbliche e private che all’estero svolgono le medesime funzioni. Si propone altresì di sostenerne l'attività e le iniziative tramite le modalità previste dall'articolo 11 della legge sulle attività culturali. L’articolo 3 propone di conferire alla Provincia il potere di compartecipare alla costituzione della Fondazione padre Francesco Eusebio Chini congiuntamente al Comune di Predaia e all'associazione culturale “Padre Eusebio Francesco Chini” integrando la legge provinciale in materia di governo dell'autonomia del Trentino 2006. Lo scopo della fondazione sarà di realizzare e organizzare attività di esposizione permanenti e temporanee sulle imprese del padre Francesco Eusebio Chini, nonché di valorizzare i luoghi dove padre Kino nacque, studiò e visse nella sua gioventù prima dell’inizio della sua missione in America, attraverso attività di studio, ricerca, formazione e divulgazione. L’articolo prevede anche alcune condizioni da inserire nello Statuto della fondazione medesima. L’articolo 4 contiene le disposizioni finanziarie per l’attuazione degli obiettivi della legge.



Riproduzione riservata ©

indietro