Skin ADV

Dolomiti Brenta Bike, lavori alla passerella sulla Busoni

ven 19 giu 2020 • Dalla redazione

Via libera all’assestamento di bilancio del Parco Naturale Adamello Brenta

In questi mesi è rimasto inaccessibile il tratto del Dolomiti Brenta Bike che si sviluppa tra Campodenno e Sporminore, ricadente in parte su proprietà dell’Asuc di Lover. Ma presto troverà nuova sistemazione grazie all’approvazione dell’assestamento di bilancio del Parco Naturale Adamello Brenta. Il Comitato di gestione, infatti, ha liberato le risorse finanziarie per la realizzazione di diversi interventi tra cui la manutenzione straordinaria della passerella sulla sorgente Busoni e del suo sentiero di accesso. Ogni inverno, il tratto viene chiuso perché interessato dalla ricorrente caduta di slavine. Una chiusura che però quest’anno si sta protraendo vista l’assenza delle condizioni di sicurezza. Le opere, realizzate solo 11 anni fa, oggi risultano infatti danneggiate dalla forte umidità presente nell’area.

Gli interventi prevedono la sostituzione di tutte le parti lignee. Per quanto riguarda la passerella, lunga 25 metri, sarà conservata la parte strutturale in acciaio mentre saranno rifatti la pavimentazione e i parapetti in legno di larice.

Per quanto riguarda il sentiero di accesso, lungo 35 metri, quindi, dovranno essere completamente rifatte le arche in legno di sostegno (i cosiddetti “bragheri”) sia a valle che a monte, dopodiché sarà realizzata la pavimentazione in cemento. La ripidità del tratto fa propendere per mantenere questo tipo di materiale. 

Al fine di rendere nuovamente fruibile per i biker questo tratto, il Parco, in accordo con l’amministrazione comunale, procederà nelle prossime settimane a organizzare e realizzare gli interventi di recupero e messa in sicurezza del tracciato. L’opera sarà completata nel mese di luglio.

Nel frattempo, la percorribilità del sentiero Dolomiti Brenta Bike è comunque garantita grazie a una breve deviazione che, scendendo nell’abitato di Lover e poi a Sporminore, permette di reimmettersi sul tracciato principale, risalendo alle quote originarie.



Riproduzione riservata ©

indietro