Skin ADV

Passaggio bloccato, il comune chiama l'avvocato

mer 05 ott 2022 11:10 • By: almo

Succede a Tassullo per una contesa sulla strada ‘Plaz – Fontana Maora’ o ‘Cialana – Plaz – Ciamp de Tasul'

TASSULLO. Quando raggiungere la propria baita o il bosco diventa problematico, arriva l’ora delle carte bollate. Accade nel comune di Ville d’Anaunia, nel comune catastale di Tassullo, tanto da costringere l’amministrazione del sindaco Samuel Valentini a prendersi un avvocato per verificare la situazione e tutelare l’interesse privato e pubblico.

Nella delibera di giunta dello scorso 29 settembre la questione viene così presentata:

“Il Comune di Ville d’Anaunia è proprietario in montagna di alcune particelle ricadenti in C.C. Tassullo, gravate da uso civico, servite direttamente e indirettamente dalla strada denominata ‘Plaz – Fontana Maora’ o ‘Cialana – Plaz – Ciamp de Tasul’, non accatastata né intavolata, ma esistente ed utilizzata dai proprietari dei fondi latistanti da oltre cinquant’anni. Tale strada porta ad un’area montana dove sono presenti numerose baite private ed una moltitudine di ulteriori fondi e boschi privati per lo più di proprietà di censiti del Comune di Ville d’Anaunia, nonché alcune proprietà comunali accessibili attraverso bretelle trattoribili che raggiungono il bosco passando in ogni caso per brevi tratti su proprietà private e proprietà pubbliche del Comune di Cles.

Living ottobre

Negli ultimi mesi è stata constatata la non percorribilità del tratto di strada in questione e l’impedimento del passaggio. È necessario svolgere uno studio approfondito della situazione giuridica e di fatto esistente, dei diritti fin qui rilevati ed acquisiti, valutando nel contempo la necessità di tutela degli stessi”. Tradotto, uno dei proprietari ha messo la proverbiale stanga al passaggio.

E qui comincia la faccenda legale.

Già a maggio il comune aveva illustrato la situazione all’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Trento e richiesta collaborazione per individuare la procedura corretta e più efficace per la tutela degli interessi del Comune ed eventualmente al patrocinio legale presso i competenti organi giudiziari. Ricevuto il parere, è stata confermata la necessità di avvalersi di un’assistenza legale ai fini dello studio di indagini difensive ed eventuale assistenza penale per la difesa degli interessi del Comune di Ville d’Anaunia; e dato che il comune non ha un proprio avvocato in organico, per lo svolgimento dell’incarico (indagini difensive, eventuale assistenza penale per la redazione e presentazione di querela nei confronti del privato ed eventuale difesa legale nel procedimento penale avanti al Tribunale di Trento) è stato incaricato lo Studio Legale Torresani Chini dell’Avv. Flavia Torresani, per una spesa totale di poco più di 4000 euro. E vedremo come andrà a finire.

 



Riproduzione riservata ©

indietro