Skin ADV

Attenzione alle zecche

sab 11 lug 2020 • Dalla redazione

La vaccinazione contro l’encefalite causata dal parassita si prenota al Cup

Con l’arrivo della bella stagione, i frequentatori della montagna devono fare i conti con un parassita assai sgradevole: la zecca. Il parassita, che vive sulle piante prediligendo le zone umide, grazie a un particolare apparato boccale è capace di attaccarsi saldamente alla pelle di uomini o animali. La sua puntura, seppur non dolorosa, non è da sottovalutare. Alcune zecche infatti possono trasmettere infezioni anche molto gravi tra cui la malattia di Lyme e la Tbe.

Ora per proteggersi dall’encefalite da zecca è attivo il servizio di prenotazione presso le strutture dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari attraverso il Centro unico di prenotazione con modalità online oppure telefonica. La vaccinazione contro la Tbe è gratuita per tutti i residenti in provincia di Trento e non è necessaria l’impegnativa.

La modalità più rapida e accessibile 24 ore su 24 è quella della prenotazione online collegandosi al sito www.apss.tn.it > Cup prenotazione online. Dopo l’autenticazione, utilizzando la tessera sanitaria, si sceglie l’opzione «prenotazione senza ricetta», poi il «servizio sanitario nazionale» e inserire nel motore di ricerca Tbe o zecca. In alternativa è possibile telefonare al numero 0461 379400 (da telefono cellulare) o 848 816 816 (da telefono fisso) dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 18 e al sabato dalle ore 8 alle ore 13.

È possibile scegliere la sede dove effettuare la vaccinazione tra quelle di Arco, Borgo Valsugana, Cavalese, Mezzolombardo, Rovereto, Pergine Valsugana, Pozza di Fassa, Primiero-Tonadico, Tione, Trento.

Il calendario vaccinale prevede tre dosi, la seconda dose dopo 1-3 mesi dalla prima e la terza dopo 5-12 mesi dalla seconda dose; a distanza di 3 anni dal ciclo primario è prevista una dose di richiamo.

Per rispettare le misure di prevenzione contro la diffusione del Covid-19 si raccomanda di rispettare l’orario dell’appuntamento e di presentarsi senza accompagnatori; è consentito al massimo un accompagnatore solo nei casi strettamente necessari quali minori, persone non autosufficienti, fragili o con difficoltà linguistiche.

L’accesso alle sedi vaccinali deve essere effettuato con mascherina, presentandosi con il foglio di triage, scaricabile dal sito Apss (QUI IL LINK), che attesti la mancanza sintomi Covid-19.

Ma come evitare le punture di zecca?

Quando si passeggia in montagna è bene comunque adottare alcuni accorgimenti per evitare di essere punti da una zecca. Tra questi, si raccomanda di camminare al centro dei sentieri, evitando il contatto diretto con le piante o con l'erba, e di vestirsi con abiti coprenti (manica lunga e pantaloni lunghi), di colori chiari, e di usare scarpe chiuse e cappello. Vanno applicati, inoltre, prodotti repellenti per insetti sulla pelle scoperta e vanno spruzzati sugli abiti composti a base di permetrina. Dopo ogni escursione all'aperto, controllate che non ci siano zecche sulla pelle, ispezionando bene tutto il corpo.



Riproduzione riservata ©

indietro