Skin ADV

Daolasa, una nuova strada comunale per i campi di gara

ven 07 ago 2020 • By: Lorena Stablum

Approvato il piano guida che inserisce la previsione dell’opera

Il Comune di Commezzadura, con una deliberazione del consiglio comunale, ha adottato Piano guida di iniziativa pubblico-privata che interessa la zona multifunzionale di Daolasa. Mirato a orientare i futuri piani attuativi che saranno sviluppati per singoli ambiti di riferimento nel rispetto dei parametri stabiliti dal Piano regolatore generale del Comune, il piano guida, come spiega il sindaco Ivan Tevini, va a individuare l’area dove l’amministrazione comunale intende realizzare una strada carrabile e pedonabile, competa delle specifiche reti e dei sottoservizi, che vada a servizio delle competizioni di Coppa del Mondo di Mountain Bike che si tengono ogni estate nella località e che, al tempo stesso, possa fungere da un nuovo collegamento viario verso l’abitato a monte.

«Ora esiste una strada sterrata che viene usata in occasione delle competizioni internazionali, che unisce la parte sinistra dell’area a quella destra e che passa sotto la telecabina – commenta il primo cittadino – . L’intenzione è di realizzare una strada comunale. Con l’adozione del piano guida siamo andati a individuare quelle porzioni di terreno che sono funzionali all’opera in modo da non dover procedere con una più laboriosa variante al piano attuativo. In questo modo, potremo contattare i privati per addivenire a un accordo».

Negli anni, la zona di Daolasa, dove insiste un piano attuativo, è stata oggetto di diverse iniziative di sviluppo urbanistico e infrastrutturale di natura pubblica e privata che ha portato a una crescita del contesto socio economico di Commezzadura e, più in generale, dell’intera economia della Val di Sole. Oggi nell’area, ci sono gli impianti di risalita della società Funivie Folgarida Marilleva spa e la stazione della ferrovia Trento Malé Mezzana accanto a strutture ricettizie e commerciali, parcheggi comunali e opere di urbanizzazione.

 



Riproduzione riservata ©

indietro