Skin ADV

Un’Assemblea di Comunità per gestire l’urbanistica

mar 03 nov 2020 08:11 • By: Lorena Stablum

I Comuni stanno provvedendo alla nomina dei propri rappresentanti

In attesa della definizione del nuovo assetto istituzionale, le Comunità di valle sono ora affidate alla gestione di un commissario, individuato perlopiù, come nel caso della Val di Sole e della Val di Non, nella figura del presidente uscente. L’attività dell’ente intermedio è oggi ridotta, ma c’è comunque la necessità di continuare a gestire la parte urbanistica e gli aspetti legati alla tutela del paesaggio.

Se le commissioni per la pianificazione territoriale e il paesaggio (CPC) rimangono in carica nella pienezza delle loro funzioni per tutta la durata del mandato commissariale, ogni territorio però è chiamato anche a provvedere alla nomina di un’Assemblea di Comunità per lo svolgimento delle funzioni di pianificazione urbanistica assegnate all’ente.

Living Immobiliare

È quanto prevede, infatti, la legge provinciale 6 agosto 2020 al comma 6 dell’articolo 5. Per questo motivo, in queste settimane, i consigli comunali, appena insediati, stanno provvedendo, oltre che alla nomina delle commissioni comunali e dei propri rappresentanti in seno a comitati, consorzi e altri enti, anche all’elezione dei componenti di tale organo. «Ci sono un paio di Comunità, non la nostra, che avevano l’esigenza di portare a termine delle pianificazioni urbanistiche già avviate – spiega l’ex presidente della Comunità della Valle di Sole e oggi commissario Guido Redolfi -. Ecco il perché, in questa fase di vuoto normativo e di attesa della nuova riforma, la Provincia ha trovato questa soluzione».

Secondo l’articolo 5, comma 6, l’Assemblea della Comunità, quindi, dovrà essere composta da due componenti per ogni Comune compreso nel territorio della Comunità. Ogni consiglio comunale elegge al suo interno due consiglieri, uno di maggioranza e uno di minoranza, e lo deve fare entro trenta giorni dalla convalida degli eletti. Se un consiglio comunale non provvede entro questo termine, esso è rappresentato nell'assemblea dal consigliere di maggioranza e di minoranza più votati. L'assemblea sarà presieduta dal consigliere di maggioranza eletto dal comune con il maggior numero di abitanti compreso nella comunità e dovrà essere convocata entro il 31 dicembre 2020 e rimarrà in carica fino alla cessazione dell’incarico del commissario. 



Riproduzione riservata ©

indietro