Skin ADV

Coronavirus: 77 casi in Trentino, 9 nelle valli del Noce

mer 11 mar 2020 18:03 • By: Alberto Mosca

I casi sono in aumento, ma 3 persone sono guarite. Un iban per donare fondi alle strutture sanitarie. Intanto l'Oms dichiara lo stato di pandemia.

Nel giorno in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato lo stato di pandemia, approvando inoltre le misure adottate dall’Italia, nel pomeriggio è arrivato il consueto aggiornamento della situazione in Trentino da parte della giunta provinciale, che porta oggi il conto dei contagiati dal Covid19 a 77, 25 in più rispetto a ieri.

Di queste, 43 sono curate a domicilio, 28 sono ricoverate al S.Chiara e 4, più gravi, in rianimazione a Rovereto. La buona notizia è che sono ora 3 le persone guarite.

Per quanto riguarda le valli del Noce, sono segnalati 4 casi a Vermiglio, 3 a Commezzadura, 1 a Cis, 1 a Predaia. Questi, giova ricordarlo, sono i numeri ufficiali diffusi dalle autorità provinciali.

Living Immobiliare

Nel corso della conferenza stampa di aggiornamento della situazione è stato inoltre annunciato l’accordo tra Provincia e Università di Verona che porterà all’assunzione a tempo determinato di un numero di specializzandi da impiegare negli ospedali trentini; inoltre, sono state specificate le linee di interpretazione delle limitazioni al movimento delle persone stabilite dal decreto del Presidente del Consiglio: di regola gli spostamenti sono vietati se non per motivi di lavoro, salute, necessità. Ma piccoli spostamenti, all’interno del proprio comune e di breve durata a scopo salutistico, sono permessi, sempre che non vi siano contatti con altre persone o assembramenti.

Va ricordato come lo scopo delle norme sia quello di limitare il più possibile ogni contatto sociale.

L’Azienda sanitaria ha attivato una mappa virtuale del Trentino, consultabile al sito, con la mappatura dei casi presenti in provincia, comune per comune.

Infine, il direttore dell’Apss, Paolo Bordon ha sottolineato come stia crescendo una sensibilità sociale riguardo a possibili donazioni in denaro a favore delle strutture sanitarie: è stato per questo istituito un apposito conto, che risponde all’IBAN IT96J0200801802000102416554.



Riproduzione riservata ©

indietro