Skin ADV

Mucchi: l'amministrazione è attenta ai temi della disabilità

mar 09 feb 2021 10:02 • By: Federica Chini

La presa di posizione del sindaco di Cles illustrata in conferenza stampa in risposta ad un articolo apparso lo scorso 30 gennaio

Il sindaco Ruggero Mucchi e la giunta comunale respingono con forza le accuse di non aver preso in adeguata considerazione, nel Documento Unico di Programmazione (Dup) allegato al bilancio 2021-2023, i temi della disabilità, delle categorie deboli e delle pari opportunità, secondo le osservazioni presentate dal gruppo di minoranza in occasione della seduta del consiglio comunale del 28 gennaio scorso.

Il dibattito, nato nel contesto della discussione per l'approvazione del Dup e del bilancio, è stato oggetto di un articolo pubblicato sul quotidiano “L'Adige” il 30 gennaio, intitolato “Disabilità ignorata: critiche al sindaco”. Lunedì mattina è stata convocata una conferenza stampa per chiarire la posizione dell'amministrazione nei confronti di tali temi - alla luce di quanto esposto dall'opposizione e dal risalto datone dalla stampa - nella quale sono intervenuti, insieme Mucchi, l'assessore ai lavori pubblici Aldo Dalpiaz e l'assessora alle politiche sociali Cristina Marchesotti.

Non è stato tanto il contenuto dell'articolo ad amareggiare il sindaco, quanto il suo titolo. Il sindaco ha dunque messo in luce la profonda attenzione dell'amministrazione comunale nei confronti della disabilità nonché l'alacre lavoro sul campo, in collaborazione con il servizio sociale della Comunità della Val di Non, con l'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari (nella fattispecie con il Centro di Salute Mentale) e con le cooperative sociali, prima fra tutte il Gruppo Sensibilizzazione Handicap, ente che in questi giorni ha espresso sostegno e solidarietà all'amministrazione.

Living Immobiliare

Indubbia è la determinazione di proseguire e di consolidare le progettualità messe in atto in questi anni, ampiamente e dettagliatamente illustrate da Marchesotti nella parte finale della conferenza stampa. I toni nei confronti dell'opposizione sono invece più concilianti. “Siamo più che certi che le minoranze non volessero sollevare questioni così delicate: a nostro giudizio l'equivoco è scaturito da errori nell'interpretazione delle relazioni degli assessori in sede di presentazione del bilancio” ha osservato il sindaco, rilevando inoltre come il Dup non sia il documento più adatto per comprendere le strategie politiche in questi ambiti. “Riteniamo che il voto di astensione dell'opposizione sia del tutto normale ad inizio di mandato: avremo modo di appianare le divergenze” ha aggiunto infine il sindaco.

L'assessore Dalpiaz, delegato in materia di eliminazione delle barriere architettoniche, nella precedente consiliatura  ha redatto un articolato dossier sugli ostacoli presenti nella borgata, collaborando accanto all'allora assessore ai lavori pubblici Massimiliano Girardi (ora vicesindaco).

“Dal 2015, insieme al Gsh ed agli uffici incaricati, siamo riusciti a portare a termine una sessantina di iniziative quali la rimozione di sbarramenti fisici, il miglioramento della segnaletica (verticale ed orizzontale), dell'illuminazione e della pavimentazione dei marciapiedi – ha specificato Dalpiaz -.

Guardando al presente, sono stanziati a bilancio per progettualità affini 200.000 euro, 100.000 per il 2021 e per il 2022 e per il 2023 50.000 ciascuno. Impossibile illustrare uno ad uno gli interventi di cui si occupa l'assessora Marchesotti, per la loro notevole complessità, frutto di anni di lavoro tra l'assessorato di sua competenza ed attori della comunità quali gli istituti comprensivi, l'Azienda Sanitaria, le cooperative ed il servizio sociale della Comunità di Valle,  il Centro Gandalf, Casa Juffman ed il centro anziani, per contrastare fenomeni come l'emarginazione, l'isolamento,  il bullismo e la povertà, supportando chi si trova in difficoltà  ed ha bisogno d'aiuto, con l'attiva partecipazione dei giovani. Azioni che hanno ottenuto un plauso generale per il loro valore sociale, culturale e formativo, alcune di queste assorbite dalla Comunità di Valle stessa per garantirne la continuità. 



Riproduzione riservata ©

indietro