Skin ADV

Nevica sempre meno: i ghiacciai alpini sempre più a rischio

gio 18 mar 2021 15:03 • Dalla redazione

Lo certifica lo studio dell’Eurac effettuato su 2000 stazioni di rilevazione in sei paesi europei

Il Ghiacciaio dei Forni visto dal versante lombardo

TRENTO. Per la prima volta uno studio, condotto dall'Eurac di Bolzano, su tutto l'arco alpino mostra come dal 1971 la copertura nevosa sia in calo: in inverno c'è meno neve soprattutto sotto i 2000 metri, mentre in primavera a tutte le altitudini e in tutte le regioni.

Gli studi condotti finora si limitavano a singole regioni o stati dell'arco alpino e si basavano su dati di una ventina, o al massimo di qualche centinaio, di stazioni di misurazione.

Ora, in una ricerca coordinata da Eurac Research, sono stati raccolti per la prima volta e valutati in modo unitario i dati sulla neve di più di 2000 stazioni di rilevazione presenti in Italia, Austria, Slovenia, Germania, Svizzera e Francia.

Living Immobiliare

I risultati pubblicati sulla rivista scientifica The Cryosphere hanno permesso di descrivere in modo attendibile l'andamento della neve fino a 2000 metri di quota.

I dati mostrano che la neve è distribuita in modo disomogeneo e che non diminuisce ovunque nella stessa misura. Nelle Alpi meridionali, che già sono meno innevate, l'altezza della neve sotto quota 2000 metri è diminuita maggiormente rispetto alle Alpi settentrionali nella maggior parte dell'anno.

Le tendenze regionali differiscono a volte in modo considerevole, ma i cambiamenti a lungo termine sono simili in tutta la regione alpina: gli anni Settanta e Ottanta sono stati generalmente nevosi, seguiti da una fase poco nevosa tra la fine degli anni Ottanta e l'inizio degli anni Novanta. Da allora, l'altezza della neve è in parte aumentata di nuovo, ma non ha più raggiunto il livello degli anni Settanta. Sotto i 2000 metri, la stagione della neve si è ridotta in media di 22-34 giorni negli ultimi cinquant'anni. È un risultato diretto del cambiamento climatico. 



Riproduzione riservata ©

indietro