Skin ADV

Lorenzo Abram vince Fontane d’artista

mer 13 ott 2021 10:10 • Dalla redazione

Il pittore di Fondo, con la “Medusa” realizzata a carboncino sulla fontana in via Santa Lucia, trionfa. Al secondo posto Cecilia Tacconi, al terzo Amina El Khatib

Roberto Graziadei con Lorenzo Abram

BORGO D’ANAUNIA. Un’opera in continuo divenire, capace di trasmettere pathos e di coinvolgere locali e turisti in un’emozione travolgente: l’immagine di Medusa realizzata con il carboncino, dalla cui bocca sgorga l’acqua, simbolo di vita.

La fontana è quella in via Santa Lucia a Fondo, all’incrocio con via ai Colli. A darle un tocco artistico speciale Lorenzo Abram, 65 anni, pittore locale e artista a tuttotondo. È lui il vincitore della prima edizione di “Fontane d’Artista”, proposta culturale innovativa nata grazie alla collaborazione tra l’associazione dei commercianti “Idee di Fondo”, che conta ben 35 associati, e l’amministrazione comunale di Borgo d’Anaunia, con il supporto delle Pro Loco di Fondo, Castelfondo e Malosco, della Società Podistica Novella, della Cassa Rurale Novella e Alta Anaunia, della Cooperativa Smeraldo e dell’Apt Val di Non.

In seconda posizione si è piazzata Cecilia Tacconi, che da un materiale povero come il fil di ferro ha fatto nascere una vera opera d’arte, mentre ha conquistato il terzo posto Amina El Khatib che, sfruttando non solo l’acqua ma anche il cielo e la luce del sole, ha dato vita a un’opera sempre diversa nei vari momenti della giornata.

“Fontane d’Artista”, iniziativa ideata e diretta da Max Spera, ha animato nel periodo estivo Borgo d’Anaunia attraverso un unico, grande filo conduttore: l’acqua. Le fontane disseminate negli abitati di Fondo, Castelfondo e Malosco sono state infatti messe a disposizione di artisti, singoli o in gruppo, e associazioni di volontariato che hanno potuto sviluppare delle installazioni creative in grado di accompagnare valligiani e turisti lungo un percorso unico nel suo genere.

Living Immobiliare

Le opere degli artisti Patrizio Cavallar, Jorma Barison, Lorenzo Abram, Carlotta Roda, Cecilia Tacconi, Amina El Khatib, Lorenzo Pulleghini e della giovane Gaia, di soli 14 anni, che riceveranno da parte degli organizzatori una mattonella ricordo con il loro nome e l’immagine della fontana decorata, sono state poi valutate da una giuria di esperti, formata da Nadia Pilati, Davide Gibertoni e Giuseppe Dondi (70% del voto), dal giudizio cartaceo dei turisti (20%) e da quello espresso sui social (10%).

Hanno partecipato “fuori concorso”, allestendo le fontane ma senza essere in gara, “La Ciaspolada – Società Podistica Novella”, Adriana Selva Graiff, Enrico Pilati e “Bistrot 27”.

Al termine di questo viaggio spettacolare alla scoperta delle bellezze di Borgo d’Anaunia, nel corso di una diretta Facebook trasmessa dal museo “Casa dell’Acqua”, sono stati proclamati i vincitori.

Prima, però, c’è stato spazio, oltre che per i ringraziamenti agli enti che hanno collaborato, agli artisti e a tutti i votanti, anche per l’estrazione della fortunata vincitrice di un simpatico premio tra coloro i quali hanno espresso il proprio voto: Elisa Holzknecht potrà vivere così un’esperienza per due persone al Canyon Rio Sass e in kayak sul Lago di Santa Giustina.

Il presidente dell’associazione “Idee di Fondo” Roberto Graziadei, affiancato nella diretta dal giudice Davide Gibertoni e da Francesco Piechenstein, ha poi evidenziato il valore e lo scopo dell’iniziativa.

La fontana decorata da Lorenzo Abram

«Con questa proposta abbiamo voluto offrire l’opportunità agli artisti di esprimere la loro arte in tutte le sue forme – ha spiegato –. Il tema “acqua” ci sta molto a cuore e “Fontane d’Artista” rappresenta il primo passo verso la valorizzazione di Borgo d’Anaunia, appunto, come “Borgo dell’Acqua”. La nostra intenzione è quella di riproporre l’evento crescendo come contenuti, qualità e numeri».

Sono stati quindi proclamati i vincitori: Lorenzo Abram, classificatosi come detto al 1° posto, che si è portato a casa un buono acquisto di 250 euro spendibile nelle attività dei commercianti associati, Cecilia Tacconi, che ha conquistato la “medaglia d’argento” e un buono di 150 euro, e Amina El Khatib, piazzatasi sul gradino più basso del podio con un buono di 100 euro.

«È stata sicuramente un’edizione positiva, che ci ha dato grande soddisfazione – ha aggiunto in conclusione Graziadei –. Come associazione ci stiamo impegnando per organizzare attività, manifestazioni e iniziative che rendano attrattivo il nostro paese, e che richiamino in zona sia locali che turisti. In quest’ottica stiamo già pensando a una nuova edizione di “Natale in tutti i sensi”, con i classici mercatini e diverse proposte di contorno. Per continuare a cogliere le bellezze del territorio e a vivere piacevoli momenti in compagnia».



Riproduzione riservata ©

indietro