Skin ADV

Saldo Fondo Montagna, in arrivo 38 milioni per le imprese turistiche

mar 26 ott 2021 12:10 • Dalla redazione

La Giunta approva le disposizioni per il riparto delle risorse

TRENTO. Sostenere le imprese turistiche della montagna colpite duramente dalle limitazioni dovute al Covid 19. Punta a questo il provvedimento approvato ieri dalla Giunta provinciale che mette a disposizione ulteriori 38 milioni sull'esercizio finanziario 2021.

"Nel mese di novembre - commenta l'assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli - arriveranno ulteriori 38 milioni alle circa 2.400 imprese turistiche della montagna, per le quali è stata accolta la domanda di contributo Fondo perduto 2021 presentata entro lo scorso 15 settembre. A questi operatori economici sarà riconosciuto il contributo 'saldo fondo montagna', determinato in base alla tipologia e all'ammontare del contributo già ottenuto, nonché alla percentuale di riduzione del volume di attività autodichiarata in sede di domanda. Si tratta di un sostegno importante, rivolto agli operatori economici dei comprensori sciistici del Trentino, fortemente provati da questa pandemia".

"Questo finanziamento, che fa sempre parte delle diverse misure di 'Riparti Trentino', è specificatamente indirizzato alle imprese turistiche delle montagna che si trovano negli ambiti vocati allo sci, uno fra i settori più provati dall'emergenza - aggiunge a sua volta l'assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni -.

Living Immobiliare

Siamo alla vigilia di una nuova vitale stagione turistica, dopo l'ottimo risultato di quella estiva, che segnerà finalmente la ripartenza anche per gli operatori 'invernali' che hanno resistito in questi lunghi mesi di pandemia, come solo gli abitanti della montagna, sanno fare".

La Giunta provinciale, lo scorso mese di maggio, aveva approvato i criteri e le modalità per la concessione di contributi a favore degli operatori economici che hanno subito danni in conseguenza al perdurare del Covid-19 nel periodo invernale, definendo particolare inoltre, ai fini del riconoscimento del contributo specifico, i requisiti di impresa turistica della montagna ubicata in comprensori sciistici, attraverso l’individuazione dei codici Ateco rilevanti e dei comuni interessati. Con il provvedimento approvato ieri vengono stabilite le disposizioni per il riparto delle risorse messe in campo per il riconoscimento del saldo del contributo agli operatori economici della montagna.

Per fare un esempio: una impresa turistica della montagna che ha già ottenuto il contributo fondo perduto, per il quale aveva fatto domanda il 15 settembre, di importo pari a 15.000 euro e in sede di domanda aveva dichiarato sia di aver percepito (a valere sull’art. 1 del DL 41/21) il contributo statale di importo pari ad euro 5.000 e sia di aver subito una perdita del volume di attività pari all’80%, quanto potrà ottenere? Il saldo fondo montagna sarà determinato moltiplicando il contributo fondo perduto per il coefficiente 1,05 (euro 15.750) a cui andrà a sommarsi il 50% del contributo statale moltiplicato per la perdita del volume di attività (euro 2.000). L’importo del saldo fondo montagna sarà quindi pari ad euro 17.750.

Per i soggetti neo-costituiti l’importo del saldo Fondo montagna 2021 è pari a 6.000 euro. Il contributo saldo fondo montagna 2021 che può ottenere ciascuna impresa turistica non può comunque superare la soglia massima di 80.000 euro.

Gli operatori economici che, pur avendo i requisiti, non si erano qualificati - in sede di domanda - come imprese turistiche della montagna ubicate in comprensori sciistici potranno inviare, ai fini del riconoscimento del saldo, dichiarazione sottoscritta di tale qualifica entro le ore 15 del giorno 2 novembre 2021 a questo indirizzo: apiae.incentivi@pec.provincia.tn.it

Per approfondimenti si può consultare la sezione dedicata sul sito https://ripartitrentino.provincia.tn.it/

 



Riproduzione riservata ©

indietro