Skin ADV

Ospedale di Cles, chirurgia in difficoltà

gio 10 feb 2022 23:02 • Dalla redazione

Un medico va in aspettativa per andare in missione umanitaria, l'Apss deve riorganizzare il reparto

TRENTO. L’attività chirurgica all’ospedale di Cles prosegue. Lo conferma, in una nota, la direzione generale di Apss che ha messo in campo le misure organizzative per ovviare al problema che si è determinato dopo la decisione di uno dei professionisti destinati alla struttura di partecipare ad una missione umanitaria. La difficoltà della situazione dell'Ospedale di Cles è stata messa in luce da un'interrogazione dei consiglieri del Patt Paola Demagri e Michele Dallapiccola che paventavano la chiusura del reparto di chirurgia nelle ore notturne e nei giorni di sabato e domenica.

Living Immobiliare

  "In base ad accordi internazionali infatti deve essere immediatamente garantita la possibilità alla partecipazione a tali missioni e questo senza possibilità di posticipo del periodo di assenza - scrive l'Azienda sanitaria -. Pertanto, al fine di garantire la continuità dell’attività operatoria, si è concordata una modalità operativa con il direttore dell’Area chirurgica e con i direttori delle Unità operative di chirurgia di Trento e di Rovereto. La copertura dei turni di Cles nei fine settimana sarà effettuata come sempre con un chirurgo presente e in più uno reperibile, per eventuali interventi urgenti/emergenti, afferenti alle unità operative di Trento o Rovereto.Il reparto resta comunque aperto nelle ore notturne con un medico chirurgo reperibile che deciderà le modalità di intervento in base ai bisogni dei singoli pazienti. Parallelamente prosegue la ricerca di soluzioni che consentano di consolidare il superamento delle difficoltà del momento".


Riproduzione riservata ©

indietro