Skin ADV

Pari opportunità, formazione, lavoro, contrasto alla violenza

mar 08 mar 2022 11:03 • Dalla redazione

L'universo femminile nella Giornata internazionale dell'8 marzo

TRENTO. Per la Giornata internazionale della donna che pone al centro l'universo femminile con tutte le sue potenzialità e necessità di valorizzazione, ma anche con le tante responsabilità oggi in capo alle donne e il dovere della loro protezione e tutela nelle situazioni di fatica e fragilità, l'assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana e quello all'istruzione, università e cultura Mirko Bisesti hanno partecipato alla conferenza stampa organizzata per presentare le azioni messe in campo dalla Provincia per sostenere le donne.

Presenti all'iniziativa la direttrice dell'Ufficio pari opportunità e contrasto alla violenza sulle donne Laura Castegnaro, la dirigente generale del Dipartimento sviluppo economico, ricerca e lavoro Laura Pedron, la presidente della Commissione provinciale per le pari opportunità tra donna e uomo Paola Maria Taufer, la coordinatrice del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Trento Claudia Gasperetti, il direttore di Iprase Luciano Covi e il responsabile della Biblioteca della Provincia autonoma di Trento Marcello Ranieri.
Ha aperto la conferenza una performance a cura della biblioteca provinciale, con la lettura di due poesie di E. Dickinson da parte dell'attrice Maria Pia Zanetti.

"Abbiamo ritenuto – ha detto Segnana - di tenere questo momento di presentazione dei vari progetti perché crediamo che la donna si trovi al centro della nostra comunità, della società e delle imprese.

Living Immobiliare

Ringrazio i vari rappresentanti istituzionali qui presenti per il loro lavoro e per aver dedicato con impegno questo 8 marzo alle figure femminili del nostro territorio". Mirko Bisesti ha ricordato l'importanza delle iniziative organiche e condivise: "L'attenzione della scuola è massima con un impegno verso l'ambito sociale, sanitario e formativo. Penso in particolare alla tragicità del momento che stiamo vivendo: la scuola è pronta ad accogliere chi ha bisogno, ma è anche impegnata a 360 gradi nell'attenzione verso i giovani e la loro educazione, nell'ambito della costruzione della pace e delle relazioni corrette e paritarie fra i generi".

Taufer ha delineato i vari approcci al problema della disparità di genere, illustrando gli interventi più urgenti e sollecitando le istituzioni competenti al dialogo costante. "Nel corso del 2022 intendiamo affrontare il tema della violenza economica sulle donne, un fenomeno poco studiato e sommerso, che va approfondito assieme alle forme di violenza psicologica, quanto mai distruttiva e paralizzante. Vogliamo anche proporre modelli femminili forti e capaci, per questo in collaborazione con il Comune di Trento abbiamo in programma una mostra tematica. Rilanceremo inoltre i tavoli dedicai alla violenza e alla medicina di genere. Positivo poi che la Consulta degli studenti e gli istituti scolastici si siano mostrati interessati a questi percorsi", ha detto Taufer.

Come ha spiegato Laura Castegnaro, molte sono le attività che la Provincia si impegna a sostenere attraverso specifici bandi di finanziamento. Per il 2022, in relazione alle attività di promozione e sensibilizzazione sulle pari opportunità tra donne e uomini, le risorse messe a disposizione per i progetti annuali finanziati ammontano a 75mila euro, mentre per le iniziative di sensibilizzazione sono previsti 15.000 euro. Sarà garantito in via prioritaria il finanziamento di un progetto per ciascun distretto famiglia e comunità, attribuendo un punteggio specifico per il possesso di certificazione "Family in Trentino", "Family Audit" e "Family Audit Executive".

Fra le azioni messe in campo, è stato messo in risalto da Covi il programma di formazione per gli insegnanti, finalizzato ad accrescere le competenze utili per individuare precocemente le situazioni di violenza assistita e per intervenire in modo efficace e tempestivo sul fronte della prevenzione. 

Nel corso della conferenza stampa è stato quindi lanciato un contributo video che richiama la campagna di sensibilizzazione “Aiutaci a stare al tuo fianco” e ricordato il focus presente sul sito della Provincia autonoma di Trento per il contrasto alla violenza sulle donne, che riporta indicazioni e recapiti da contattare in caso di emergenza e di pericolo immediato, come i numeri 112 e 1522 per l'antiviolenza e lo stalking e a chi rivolgersi per avere supporto psicosociale, sostegno, orientamento legale dai servizi, specializzati in materia di violenza di genere.



Riproduzione riservata ©

indietro