Skin ADV

Trasporto infermi di Fondo, dal 1° aprile c’è un equipaggio di Trentino emergenza

mer 23 mar 2022 14:03 • Dalla redazione

L’assessora Segnana incontra gli attori locali: ‘Trovato un punto di incontro su un tema molto importante per la comunità’

ALTA VAL DI NON. "Fondo non rimarrà scoperto, il nostro obiettivo è garantire il soccorso - ha ribadito l'assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, che ha incontrato gli amministratori locali e i rappresentanti delle associazioni di volontariato dell'Alta Val di Non presso la caserma dei vigili del fuoco di Fondo, a Borgo d’Anaunia.

La riunione è stata l'occasione per ribadire la collaborazione tra Provincia, Apss, Comuni e associazioni di volontariato per garantire gli interventi di soccorso in Alta valle e la copertura ottimale dei turni di servizio.

Presente Andrea Ventura, direttore f.f. dell'Unità operativa Trentino emergenza 118 di Apss, che ha ribadito come Fondo sia da considerarsi una postazione strategica, sia durante l'anno che nella stagione turistica, per cui va garantita una forma adeguata di soccorso. "Io credo nel volontariato, anche se purtroppo il numero dei volontari è in progressivo calo. Il Covid ha evidenziato un problema già esistente: le persone disponibili non riescono a garantire del tutto la copertura della postazione, che deve far fronte, mediamente, a quasi un intervento e mezzo al giorno. Il nostro impegno quindi è ampliare la pianta organica per poter avere in orario diurno un equipaggio formato da un autista soccorritore ed un infermiere: per fare ciò si prevede l’assunzione di autisti e infermieri; resta comunque importantissima la disponibilità da parte dei volontari", ha detto Ventura.

Living Immobiliare

“Vogliamo comunque provare a promuovere ancora di più la figura del soccorritore, anche per avvicinare chi intende prestare la propria disponibilità in questo settore – ha spiegato l’assessora -. Ovviamente è benvenuta la eventuale disponibilità di un numero maggiore di volontari e vi ringraziamo fin d'ora se riuscirete a coprire le reperibilità necessarie".

Dal primo di aprile, dunque, tutti i giorni infrasettimanali sarà presente un equipaggio di Trentino emergenza, mentre nel weekend l’infermiere prenderà servizio sui mezzi dell’associazione. I volontari continueranno a garantire anche il turno del martedì e tutte le notti, una soluzione questa considerata sostenibile e soddisfacente da tutti gli enti coinvolti.

L'impegno di tutti - dei Comuni, per i quali erano presenti i sindaci di Romeno Luca Fattor, di Ruffrè Mendola Donato Seppi, di Ronzone Marco Battisti, di Borgo d'Anaunia Daniele Graziadei, il vice sindaco di Novella Gabriele Zadra, rimane dunque quello di mantenere la copertura della zona e in efficienza il servizio, in modo particolare attraverso dipendenti dell'Azienda sanitaria, con il prezioso supporto del volontariato.

I rappresentanti delle associazioni presenti all'incontro -  tra i quali il presidente Franco Covi, il segretario Alberto Covi e tutto il direttivo del Soccorso e Trasporto Infermi di Fondo - hanno sottolineato di aver fatto finora il possibile, considerato che il numero dei volontari che può garantire nelle 24 ore la disponibilità si è molto ridotto rispetto al passato. La presenza di professionisti non può che essere vista positivamente, dato che intervenire il prima possibile può fare la differenza fra salvare o meno una vita. Un ulteriore obiettivo, inoltre, è uniformare il servizio rispetto ad altri nodi nevralgici del soccorso in Val di Non, con la presenza h24 dei soccorritori nelle postazioni.

Nel corso dell'incontro è stata citata la nuova convenzione tra Apss e le associazioni di volontariato, che intende stimolare la creazione di reti tra gli enti in modo che anche le associazioni più piccole possano essere sostenute. Altro tema al centro del confronto la questione cruciale della formazione, perché in ogni postazione possa essere sempre presente personale volontario costantemente aggiornato.



Riproduzione riservata ©

indietro