Skin ADV

Il Trentingrana sarà stagionato nelle celle ipogee

sab 16 apr 2022 15:04 • Dalla redazione

Martedì 19 aprile la presentazione che segnerà l’avvio del progetto sperimentale

VAL DI NON. Il Trentingrana sarà stagionato nelle celle ipogee della Val di Non. Dopo le mele Melinda, un’altra eccellenza del territorio trentino sceglie la via della sostenibilità e sarà conservata nelle cavità della Miniera di Rio Maggiore realizzate dall’attività estrattiva della roccia Dolomia. Il progetto “Stagionatura ipogea” sarà illustrato dal presidente di Trentingrana–Concast Stefano Albasini martedì 19 aprile in una conferenza stampa convocata per le 10:30.

Living Immobiliare

Un evento che segna l’inizio di un’importante sperimentazione per il Consorzio, durante la quale verrà testata la stagionatura del formaggio Trentingrana in questi luoghi. Il Consorzio, quindi, sfrutterà il grande frigorifero naturale nascosto nel cuore delle Dolomiti per affinare e rendere ancora più gustoso il suo prodotto di punta, il Trentingrana, in condizioni di atmosfera controllata e a una temperatura costante in tutte le stagioni dove riposerà e maturerà per almeno 20 mesi. Formaggio a Denominazione di Origine Protetta, il Trentingrana è una specificità territoriale definita all’interno del disciplinare Grana Padano e riconosciuta da DPR. Nasce dall’impegno quotidiano di 16 caseifici cooperativi del Trentino.

 



Riproduzione riservata ©

indietro