Skin ADV

Vive il ricordo dell’amico Bruno Ravelli

mar 08 dic 2020 10:12 • Dalla redazione

In suo nome donati 10 mila euro alla ricerca sul cancro

Sono passati sette mesi dalla scomparsa di Bruno Ravelli, morto a soli 37 anni a causa del Covid-19 che si è aggiunto a quadro clinico già grave. Ma il suo ricordo è ancora ben saldo nel cuore della comunità di Mezzana e degli amici e dei colleghi che lo hanno conosciuto. Quegli amici, come Cristian Eccher, che all’indomani della sua dipartita avevano promosso una raccolta fondi a favore della famiglia e per la ricerca sul cancro. «Inizialmente questi soldi sarebbero serviti a sostenere la famiglia con le numerose spese funebri – scrivono oggi gli amici -.

Funivie Madonna di Campiglio

Ma, i familiari con un grande gesto, hanno deciso di donare l'intero ricavato di 10.200 euro in beneficenza. In questi mesi abbiamo lavorato duramente per cercare una fondazione con un progetto concreto su cui poter investire e che potesse essere all'altezza di portare il nome di Bruno. Dopo una lunga ricerca abbiamo trovato quello che stavamo cercando, questo grazie alla Fondazione trentina - Ricerca sui tumori. Questo progetto, che partirà a breve, riguarda una nuova modalità di intervento, minimamente invasiva per i tumori gastrointestinali in fase iniziale. Non appena possibile la fondazione divulgherà maggiori informazioni, organizzando degli incontri dove saranno spiegati tutti dettagli del progetto. Grazie infinite a tutti coloro che hanno dato il loro contribuito per far vivere il ricordo di Bruno, dando una speranza ad altre persone di avere un domani». 



Riproduzione riservata ©

indietro